';

Attacco terroristico a Manchester. Sconcerto in un paese del Molise

Lunedì sera, a Manchester, in Inghilterra, alla fine del concerto della cantante statunitense Ariana Grande, un attacco terroristico ha seminato la morte, uccidendo 22 persone e ferendone molte altre (il bilancio è, purtroppo, provvisorio).

Ariana Grande, come si può facilmente intuire dal cognome, è di origini italiane, precisamente di Gildone, piccolo paese del Molise, a pochi chilometri da Campobasso.

Da qui, infatti, verso l’America, emigrarono i bisnonni della cantante.

In virtù di questo legame, il sindaco della cittadina molisana, Nicola Vecchiullo, come si legge su Ansa.it, ha affermato: “Siamo sconcertatati per quanto è accaduto la notte scorsa a Manchester, la nostra piccola comunità lo è ancora di più per il legame che c’è con Ariana Grande”.

“I bisnonni  di Ariana, Antonio Grande e Filomena Lavenditti- ha raccontato il primo cittadino – emigrarono da Gildone verso l’America nel 1912. Grande è ancora oggi un cognome diffuso nel nostro paese anche se tanti sono emigrati in Belgio e in America. Negli anni cinquanta a Gildone c’erano tremila abitanti, oggi siamo solo ottocento”.

Foto da Tiscali.it.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento