I “Misteri” di Campobasso: ingegno, tradizione e creatività

Shares

Il Museo dei Misteri di Campobasso, grazie all’associazione Misteri e Tradizioni, è candidato tra “I Luoghi del Cuore” della FAI, il Fondo Ambiente Italiano, per riscoprire, valorizzare e tutelare il patrimonio monumentale, artistico e paesaggistico del Bel Paese.

La processione dei Misteri

A Campobasso, nel giorno della festività del Corpus Domini, i Misteri danno vita a una suggestiva processione che ha pochi paragoni in Italia e nel mondo per la festosa partecipazione del popolo e per la maestosità degli ingegni che sfilano per le strade della città. Nati dalla sapiente unione della geniale creatività artistica dello scultore Paolo Saverio di Zinno e della maestria dei valenti fabbri ferrai locali, i Misteri di Campobasso riassumono in sé non solo indubbie qualità artistiche e artigianali ma anche folclore, religiosità e devozione popolare.

Rappresentazioni di  Antico e Nuovo Testamento

La sfilata di Campobasso

Si tratta di macchine o ingegni costituite da una base di legno nella quale è inserita una struttura in ferro fucinato che sviluppandosi in verticale si ramifica e porta ad ogni estremità delle imbracature in ognuna delle quali viene posto un bambino. I bambini rappresentano angeli, diavoli, santi e madonne e sembrano sospesi nel vuoto perché i loro costumi mascherano struttura e imbracature. Sulla base del Mistero sono presenti altri personaggi interpretati, a seconda del ruolo, da bambini o da adulti. I Misteri vengono portati a spalla in processione per le vie della città e il passo cadenzato dei portatori, facendo oscillare la struttura in ferro, crea l’illusoria sensazione di vedere angeli e diavoli volare a diversi metri da terra.

Gli ingegni di Paolo Saverio di Zinno

Il Museo dei Misteri è una realtà indispensabile per dare dignità all’ingegno di Paolo Saverio di Zinno e agli “Ingegni” da lui ideati e realizzati a metà del ‘700.  A undici anni dalla sua apertura i risultati sono più che soddisfacenti: risulta il Museo più visitato della regione Molise con oltre 220 mila visitatori, 200 eventi, 90 mila fotografie catalogate, 300 documenti datati e 500 video.

Come votare il Museo dei Misteri

Giunto alla sua decima edizione, il censimento del FAI permette di scegliere “I Luoghi del Cuore”, tra i luoghi del vastissimo elenco di tesori del territorio italiano, tra cui anche il Museo dei Misteri di Campobasso, e nuovi siti di particolare rilevanza storica, architettonica e artistica da valorizzare.
Per poter votare il Museo dei Misteri di Campobasso c’è tempo fino al 15 dicembre 2020, basta un semplice CLICK, seguendo il link dei Luoghi del Cuore FAI  o andando sul sito ufficiale dell’Associazione .

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top