Questo sito contribuisce alla audience di

Dal divorzio alla rinascita: Sliding Life, premiata la startup foggiana

Shares

É la startup foggiana Sliding Life ad aggiudicarsi la finale della Legaltech Global Competition.

Innovazione forense

Lo scorso 22 luglio, infatti, si è tenuta a Torino, presso il Collegio Carlo Alberto, la finale italiana della competizione aperta alle startup italiane che stanno operando nel mondo della innovazione forense e giuridica. A vincere la fase italiana, davanti a investitori italiani e internazionali, la startup foggiana fondata nel 2017 dall’avvocato Massimiliano Arena.

Nella presentazione Arena ha evidenziato i risultati raggiunti e le potenzialità del mercato. Il premio, che comprende 10mila dollari in servizi web su Amazon e altre consulenze strategiche, consente anche al team di Sliding Life di partecipare alla finale internazionale, prevista per aprile a Madrid, in rappresentanza dell’Italia. Sliding Life ha da poco chiuso un aumento di capitale, interamente sottoscritto, e pare già pianificare un altro round per il 2020, con l’ambizione di scalare anche il mercato europeo del legaltech.

Sliding Life

La Startup foggiana opera nel campo dei divorzi e delle separazioni, agevolando l’incontro tra domanda e offerta, e mettendo i genitori separati nelle condizioni di gestire meglio i propri figli.

“Abbiamo vinto – commenta il fondatore, Arena -. Grazie a un team di 30enni del mio amato Sud. Un team che non si ferma mai davanti a un problema, anzi ci gira intorno e lo trasforma in una nuova opportunità. Noi siamo questo. Noi siamo Sliding Life. Vogliamo trasformare il divorzio in un momento di rinascita. Non vogliamo lasciare più nessuno solo nel divorzio. E ad aprile andremo a rappresentare l’Italia nella finale internazionale a Madrid”.

Roberto Zarriello

Imprenditore digitale, saggista, giornalista – Brand Journalism Expert -. Ho fondato startup come Digital Media e InstaGo, società specializzata in gestione profili e pagine Instagram, ho creato e dirige la prima Digital Academy del Sud (main partner Conad, Tiscali, Resto al Sud) sul talento digitale, lanciato il primo think tank sul giornalismo e la comunicazione digitale (Comunicatori Digitali Associati in collaborazione con GSA). Laureato in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Bari, oggi sono Docente di Comunicazione Digitale e Social Media all’Università Telematica “Pegaso” e in vari master universitari (Roma, Ferrara, Foggia, Unimol, Milano). Sono stato formatore per la Corte Costituzionale (ufficio stampa 2.0 e social media) e Web Editor dell’Isola d’Elba occupandomi di riscrivere e riprogettare l’intero processo di comunicazione e relativo piano editoriale. Ho collaborato con le Cattedre di Organizzazione e Comunicazione degli Uffici Stampa e di Pianificazione Media e Comunicazione allo Sport della Facoltà di Scienze della Comunicazione all’Università “La Sapienza” di Roma. Sono stato speaker e moderatore di molti eventi sul digital negli ultimi 15 anni tra cui Web Marketing Festival, Festival del Giornalismo, SMAU, Ninja Talk, ed una serie di convegni e conferenze con Ordine dei Giornalisti (in 10 regioni italiane), Centro di Documentazione, Primo Piano Formazione, TVLP (anche all’ambasciata USA in Italia) fino a organizzare “La Battaglia delle Idee” evento che ha visto radunate a Salerno oltre 1.000 startup e agenzie di marketing digitale. Scrivo di comunicazione, web e nuove tecnologie su HuffingtonPost.it e coordino il social media team di Tiscali.it come consulente. Dal 2003 collaboro con il gruppo Espresso, con cui ho creato il progetto “Città 2.0” su Repubblica. Seguo diversi progetti editoriali dedicati alla cultura e all’innovazione. Ho coordinato fino al 2017 la prima Commissione sulla didattica digitale del MIUR istituita dall’USR Molise. Ho scritto libri per il Centro di Documentazione Giornalistica (2 edizioni di Penne Digitali + 2 edizioni di Brand Journalism) e per Franco Angeli Editore. Nel 2015 ho ricevuto il premio Giornalistico Nazionale ‘Maria Grazia Cutuli’ per la categoria “Web, Editoria digitale”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top