Distratti da un selfie, non si erano accorti che il passeggino con all’interno il proprio figlio fosse finito in mare.

E’ quanto accaduto a una giovane coppia sul lungomare di Porto Cesareo, in provincia di Lecce. A riportare dettagliatamente la notizia è il Nuovo Quotidiano di Puglia, che ha intervistato un passante “meno distratto” dei due genitori, protagonista del lieto fine di una vicenda che poteva trasformarsi in tragedia.

Durante una romantica e tranquilla passeggiata, la giovane coppia aveva deciso di immortalare il momento con un selfie. Pochi secondi durante i quali i due, però, non si sono resi conto che mentre papà e mamma si stavano scattando una foto ricordo, il passeggino senza freno azionato era stato spinto dal vento verso il mare. Il tutto, favorito da una serie di coincidenze: l’assenza del muretto di sicurezza che divide il molo dalle acque comunque profonde meno di un metro, nell’unico punto di una passeggiata lunga chilometri, e tutta protetta da parapetto.

Alcuni secondi di panico, ma poi l’intervento tempestivo di un passante, che si è gettato in acqua riportando il piccolo tra le braccia dei due genitori. L’arrivo dell’ambulanza e i soccorsi del personale del 118 hanno poi garantito gli ulteriori controlli, che hanno delineato il lieto fine.