Questo sito contribuisce alla audience di

Guarda le foto in mongolfiera su templi di Paestum

Shares

Sono due salernitane e una siciliana le prime tre classificate del concorso fotografico “In volo sui templi” di Paestum (Campania) in Mongolfiera.

Rosaria Portanova, di Bellizzi, ha immortalato in uno scatto la forza di una donna che sta preparando il pallone per il volo.

Mi ha colpito la rugosità delle mani che fanno questo da tempo e che in ogni loro gesto esprimono una grande passione”, ha detto la vincitrice del concorso. Al secondo posto si è piazzata, Rosalia Sanfilippo, siciliana.

Avevo scattato per i primi giorni del festival molte foto di mongolfiere in costruzione – ha detto – poi l’ultimo giorno ho visto quella mongolfiera rossa volare proprio su uno dei templi di Paestum. E lo scatto è venuto da solo”.

Rosaria Genovese, terza classificata, ha ricevuto un premio per la “Foto Simpatia” di una mongolfiera “Puffetta” circondata in volo da altri palloni.  Un premio per la “Foto Simpatia” è andato anche a Vincenzo Marrazzo di Pontecagnano. Oreste Adinolfi di Salerno e Mariangela Lettieri di Avellino hanno ottenuto, infine, una menzione speciale.

La commissione ha valutato la capacità tecnica dell’autore, la novità e l’originalità della foto, la simpatia nel presentare eventuali soggetti. Il concorso Fotografico è stato organizzato dall’Associazione Culturale e Fotografica Colori Mediterranei  in collaborazione con l’associazione Vivere Paestum e il portale Salernoturismo.

Tutti gli scatti sono stati effettuati durante il quinto Festival delle Mongolfiere di Paestum che si è tenuto all’inizio di ottobre. Le foto migliori parteciperanno al Concorso “Una Foto per Salerno, progetto per la promozione turistica del territorio. L’esposizione si terrà dal 12 al 15 dicembre nella chiesa sconsacrata di Santa Apollonia, nel centro storico di Salerno. Per lo staff che ha organizzato l’evento si è trattato di “un’esperienza indimenticabile”. Il prossimo concorso fotografico è dedicato alle “luci d’artista” di Salerno.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top