Questo sito contribuisce
alla audience di

Il sindaco sfida i criminali: “Proiettili come supposte, sapete dove metterle…”

Shares
Sindaco Decaro

Ha postato un video su Facebook, come ormai sua abitudine per lanciare messaggi. Stavolta era diretto alla criminalità che agisce nel territorio da lui amministrato: Bari. Il sindaco del capoluogo pugliese (e presidente dell’Anci), Antonio Decaro si è rivolto a quelli che ha bollato “parassiti di questa città”. Ha mostrato alcuni proiettili – lasciati nei pressi della cabina elettrica del mercato, nel quartiere Libertà -, ribadendo un concetto: “Non abbiamo più paura di quei parassiti che vivono sul lavoro degli altri, attraverso rapine, furti, estorsioni”. E, poi il finale, davvero senza timori. Mostrando i bossoli, commenta: “Li sto portando in questura, somigliano a delle supposte e per me loro sanno dove se li possono mettere”.

Il sindaco di Bari si è inoltre costituito parte civile nel processo sulle minacce ricevute da un 26enne barese tramite un post fu Facebook dopo le polemiche e i tafferugli che ci furono a Bari in seguito al sequestro e smantellamento delle ‘fornacelle’ abusive, usate per arrostire la carne all’aperto e che proliferavano sul lungomare di Bari. A seguito di quelle minacce, a Decaro fu assegnata la scorta. Oltre al primo cittadino, anche il Comune di Bari si è costituito parte civile per il danno all’immagine. “Quel giorno una linea è stata tirata tra la legalità e le illegalità.
C’è uno spartiacque – ha spiegato Decaro – sono stato minacciato io ma sono stati minacciati tutti i baresi”.

 

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top