Inchiesta per la morte di Alessia Ferrante, durante un intervento di chirurgia plastica

Shares

E’ stata aperta una inchiesta sulla morte dell’influencer biscegliese 37enne, durante un’operazione di chirurgia plastica.

L’intervento chirurgico fatale

Alessia Ferrante

La vittima è Alessia Ferrante, figlia dell’ex calciatore serie A, Lorenzo.

Trentasette anni, biscegliese, durante un intervento di chirurgia plastica in un poliambulatorio privato di Monopoli. La donna sarebbe andata in arresto cardiaco subito dopo la somministrazione dell’anestesia. È stato il titolare dello studio medico a chiamare i soccorsi. Quando l’ambulanza è arrivata gli addetti del 118 hanno tentato invano manovre rianimatorie.

 

COVID-19 e chirurgia estetica

Accertamenti sono in corso per capire se l’intervento di asportazione di tessuto adiposo al quale si sarebbe dovuta sottoporre la donna era un intervento sanitario urgente non rinviabile per via dell’emergenza coronavirus in corso, che ha sospeso diverse attività mediche.

Lo si apprende da fonti giudiziarie. Sul caso indagano i carabinieri. Stando alle prime ricostruzioni, la donna avrebbe dovuto sottoporsi a un intervento di asportazione del tessuto adiposo dalle gambe, in anestesia locale. Dopo la somministrazione del farmaco, però, ha avvertito un malore ed è deceduta. Già in passato, Alessia Ferrante, si era sottoposta a interventi simili.

Il cordoglio della società

Il post della società del Bisceglie

Il messaggio di cordoglio è scritto sulla pagina Facebook dell’Asd Unione Calcio Bisceglie, Renzo Ferrante, ex calciatore biscegliese e attuale dirigente e allenatore delle giovanili. E anche «l’associazione sportiva Bisceglie Calcio porge le più sentite condoglianze. A Renzo, bandiera storica del calcio biscegliese e dirigente responsabile del nostro settore giovanile, va il nostro più grande abbraccio»

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top