Io, Michele Emiliano, vi dico che il mio grande amore per Bari non finirà mai

Shares

Questo grande amore tra me e la città di Bari non finirà certo, ma non sarà più la stessa cosa. Bari non sarà più la mia “sposa“.

Dovrò accettare di vederla tra le braccia di un altro sindaco e prego Dio che sia il migliore possibile, migliore di me. E la malinconia mi sommerge, non solo perchè sono passati dieci anni come in un baleno (avevo la stessa età che oggi ha Antonio Decaro), ma perchè mi chiedo continuamente se avrei potuto fare di più.

Ma non voglio fare bilanci, per quelli ci sarà tempo, tanto tempo. Voglio solo ringraziare le migliaia e migliaia di baresi che in questi anni sono stati protagonisti della mia vita. Ho smesso di vivere per me e ho vissuto attraverso le loro vite tutto questo tempo che non tornerà più. L’ho fatto con amore e con onestà: sono più povero di quando ho cominciato. Ma questo non è un merito, è un dovere. E senza il vostro aiuto non ce l’avrei mai fatta ad accettare dolori acutissimi e a godere di gioie immense. Siete stati la mia famiglia, la mia “curva“, avete fatto il tifo, gioito, “gastemato“.

Vi siete commossi quando io mi commuovevo, vi siete indignati quando io ero indignato, abbiamo combattuto sempre insieme, quando c’era da combattere. Adesso è finita, non rivrivò mai più le emozioni che mi avete dato, non rivivrò mai più l’orgoglio grandissimo di essere il vostro sindaco. Nessun altra carica sarà per me importante come quella d’esser stato il sindaco della città dove sono nato. Io sarò comunque sempre qui al vostro fianco, accanto a tutti coloro che lavorano per Bari e che la amano sinceramente. In modo discreto, lo prometto, come si addice a coloro che amano davvero.

Michele Emiliano

Michele Emiliano (Bari, 23 luglio 1959) è un magistrato e politico italiano, sindaco di Bari dal 2004. Figlio di un calciatore professionista e in seguito piccolo imprenditore, si trasferisce con la famiglia dal 1962 al 1968 a Bologna, per poi rientrare a Bari, dove da ragazzo si dedica soprattutto alla pallacanestro. Si laurea in giurisprudenza nel 1983 e per un periodo lavora come praticante nello studio di un avvocato. Nel 1988 sposa l'attuale moglie, Elena, da cui ha tre figli: Giovanni, Francesca e Pietro.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top
Change privacy settings