Jo Squillo conquista il web con le sue dirette musicali

Shares

Terza settimana di quarantena. Tanta è la voglia di esorcizzare la paura, c’è chi canta, chi guarda serie tv, e chi ci riesce attraverso la danza. Jo Squillo in diretta Instagram in soli due ore di dj set fa ascolti pazzeschi. Oltre 152 mila persone  scatenate a ballare con #JoinTheHouse.

Il video

Dj Set a casa Coletti in arte Jo Squillo

Un balcone che si trasforma in un dj set, tubino, paillettes e due manichini. Una playlist che varia dall’ house musica alla dance anni 80 e 90 e un live pieno di adrenalina. Impazzata la voce sul web, anche i VIP hanno deciso di far parte di questa festa. A casa Squillo infatti, vediamo fioccare tra le interazioni e i commenti nomi come quelli dei Ferragnez (Chiara Ferragni e Fedez), Emma Marrone, Simona Ventura, Syria, Laura Chiatti, Alessandra Amoroso, Francesco Facchinetti e tanti altri. Ognuno rigorosamente a casa propria, ma tutti accomunati dallo stesso ritmo.

Non solo musica

La stessa Jo tra un pezzo e l’altro, dispensa chicche come “Non esistono giornate storte, ci sono solo vestiti sbagliati” e esorta le donne e gli uomini all’ascolto  a vestirsi bene e a prendersi cura di sé anche e soprattutto durante questa quarantena. Ma facciamo un passo indietro, chi è Jo Squillo?  Giovanna Coletti Nata a Milano il 22 giugno 1962,
La sua carriera nel mondo dello spettacolo inizia come cantante,  per proseguire come conduttrice televisiva, per trasmissioni soprattutto legate alla moda.  L’impegno di Jo Squillo  assume subito caratteristiche di forte provocazione: in un concerto del marzo 1980, per esempio, per lanciare un messaggio anti-maschilista il suo gruppo lancia dei Tampax macchiati di rosso sul pubblico di Piazza Duomo, a Milano. Pochi mesi dopo, a giugno, Jo Squillo è capolista del Partito Rock, si presenta alle elezioni comunali, i contenuti sottolineano il suo talento ribelle.

Lo spirito anarchico di Jo Squillo

Joe squillo Wall Of Dolls

Uno dei momenti più alti della carriera musicale di Jo Squillo si presenta nel 1991 quando ottiene un grande successo in coppia con Sabrina Salerno. Le due ragazze portarono il brano Siamo donne al Festival di Sanremo, non ebbero una buona accoglienza al Festival, mentre furono più buoni i risultati di vendita. Il singolo riuscì, infatti, ad arrivare alla posizione numero undici nella classifica dei singoli più venduti e diventò uno dei tormentoni di quell’anno. Negli anni seguenti pubblica solo occasionali CD singoli e qualche raccolta, con una distribuzione molto limitata, concentrandosi prevalentemente sulla carriera televisiva. Nel 1999 presenta per Rete 4 il programma settimanale “TV Moda”, dedicato al mondo delle moda, che segna una svolta nella carriera di Jo Squillo. Da questa esperienza, nasce infatti il canale satellitare tematico omonimo, Class TV Moda, trasmesso su Sky e da lei diretto.

Wall of Dolls, un documentario contro il femminicidio

L’8 marzo del 2015, in occasione della giornata internazionale della donna, pubblica il video musicale di una nuova canzone contro la violenza sulle donne dal titolo. “La gabbia dell’amore”. L’anno seguente realizza Wall of Dolls, un documentario contro il femminicidio e la violenza sulle donne, presentato in anteprima alla Festa del Cinema di Roma. Replica anche nel 2017 presentando durante il Festival del Cinema di Venezia un suo nuovo documentario contro la violenza sulle donne, intitolato Futuro è donna. Dal mese di settembre 2018 entra a far parte del cast della settima edizione di Detto fatto su Rai 2,  interviene in qualità di esperta di moda. 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top