La svolta green dell’elettronica firmata Fleep Technologies

Shares

Una possibile svolta green dell’elettronica. A lanciarla è Fleep Technologies, la start-up che ha appena rilanciato con un investimento di 800 mila euro.

Fare impresa è più forte di una crisi

Fleep Tech è un nuovo sistema di elettronica stampata nato nel 2019 all’interno del Center for nano science and technology (CNST) dell’Istituto italiano di tecnologia di Milano. La voglia di innovare e fare impresa è più forte della crisi da pandemia per il giovane ricercatore barese Giorgio Dell’Erba, co-fondatore insieme a Paolo Colpani e Mario Caironi di Fleep Technologies.

Elettronica non convenzionale

“Al posto di utilizzare il silicio, noi sfruttiamo il carbonio i cui composti solidi sono tendenzialmente riconosciuti come plastica” – spiega dell’Erba – In questo modo i circuiti elettronici ottenuti sono più flessibili e adattabili a qualsiasi superficie. Lo scopo è realizzare un tipo di elettronica green, totalmente riciclabile.

L’obiettivo è espandere i campi di applicazione

“Il progetto è appena uscito dalla fase di ricerca. Grazie a questo primo investimento, il team di Fleep Tech lavorerà intensamente per rendere più solida la tecnologia e proporla alle aziende tramite prototipi avanzati che ne mostrino il funzionamento. La fase finale  nell’arco di tre anni è espandere i campi di applicazione di questi sistemi intelligenti”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top