Nel Centro di Geodesia spaziale “Giuseppe Colombo” di Matera “si sta lavorando a progetti sulle telecomunicazioni del futuro, basate sulle proprietà quantistiche dei fasci di fotoni“. Ad annunciarlo è stato il presidente dell’Agenzia spaziale italiana (Asi), Roberto Battiston.

Parole pronunciate nel corso della cerimonia per l’inaugurazione della sala conferenze del Centro dedicata all’ex assessore e consigliere regionale Michele Cascino.

Il Centro di Geodesia Spaziale dell’Agenzia Spaziale Italiana si trova a circa 10 chilometri ad est di Matera. Inaugurato nel 1983 è, oggi, una struttura nella quale lavorano circa 100 persone.

Dedicato principalmente alle Osservazioni della Terra con tecniche spaziali (Geodesia Spaziale e Telerilevamento), il CGS sta ultimamente rivolgendosi anche ad altri campi, primi fra tutti la Robotica Spaziale e le missioni interplanetarie. Si tratta di una delle principali strutture di ricerca nel Mezzogiorno.

“Abbiamo chiamato a Matera tre ricercatori, tra i migliori d’Italia – ha concluso Battiston – e stanno sviluppando le proprie ricerche, attirando qui risorse economiche, redigendo e proponendo bandi competitivi”.