Questo sito contribuisce alla audience di

“Missione Sicilia”: in bici senza soldi, tra solidarietà e amore della gente

Shares

Storia, mare, borghi e il calore dei siciliani in un viaggio di un mese su due ruote. Cristian Buzzelli tenterà l’impresa di girare la Sicilia in 16 tappe, in sella alla sua bicicletta senza soldi. Il viaggio avrà inizio il 20 settembre, da piazza Duomo a Catania, dove l’influencer attende le autorità per una festa di start ufficiale dell’avventura, a cui sono invitati tutti i cittadini.

Missione Sicilia

Dopo un brindisi insieme, chi vorrà potrà seguire Cristian alla scoperta delle bellezze della città. Dopodiché ci si darà appuntamento nuovamente al traguardo, il 19 di ottobre. Il progetto “Missione Sicilia” – spiega Buzzelli – non è un semplice viaggio. È un sistema per dimostrare che al mondo esistono ancora valori come l’umanità e la solidarietà. Un tour in sella per valorizzare tramite il potente mezzo dei social network la bellezza e la storia dell’isola. Un modo per conoscere più da vicino usi e costumi dei luoghi.

È una sfida personale. Buzzelli dovrà infatti girare in bicicletta per un mese, senza soldi e senza fissa dimora, affidandosi solo alla sua bicicletta. Equipaggiamento previsto: una tenda portatile, una videocamera GoPro, il suo cellulare e poco altro.
Dovrà contare sul buon cuore delle persone che incontrerà per strada e si procurerà da mangiare e da bere (oltre che di un posto dove lavarsi occasionalmente).

Il percorso

Le 16 tappe sono quasi tutte lungo la costa dell’isola: Catania, Etna, Taormina, Messina, Milazzo, Cefalù, Palermo, San Vito lo Capo,
Trapani, Marsala, Mazara del Vallo, Agrigento, Gela, Scicli,  Avola (Modica – Marzamemi – Isola delle correnti – Laghetti di Cavagrande)
, Ortigia – Siracusa.

Alla fine del viaggio, scriverà un libro delle sue avventure, i cui proventi saranno devoluti totalmente in beneficenza a un’associazione che si prende cura di bambini malati di cancro. I social saranno la vetrina grazie a cui Buzzelli terrà aggiornati i follower sulle tappe di questo viaggio.

“Per me i social sono un mezzo per conoscere nuove persone, per rimanere in contatto con amici lontani, tuttavia vedo che la gente vuole solo like o commenti”, racconta. “Di conoscere chi c’è dietro a pochi interessa. A me sì e lo faccio viaggiando e condividendo veramente”.

Chi è Cristian Buzzelli

E’ un Travel influencer con più di 20 mila follower. Racconta storie, vive avventure, esplora il mondo. Il 26 maggio 2016 ha dovuto chiudere la sua attività con più di 120.000 euro di debiti. La morte della madre l’ha segnato ancora più profondamente, in un periodo così difficile della sua esistenza. Avrebbe potuto mollare tutto e darsi per vinto ma così non è stato. Ha iniziato a vivere. Più nel profondo.
Nonostante riuscisse a malapena a mantenersi un pranzo al giorno, è riuscito a ripianare i suoi debiti e ha deciso di viaggiare per il mondo per ritrovare il senso autentico della vita.

Nel suo cammino, ha incontrato tante persone che hanno creduto in lui e l’hanno aiutato a esaudire i suoi sogni .
“La cosa che più mi sta sorprendendo è il movimento di solidarietà che si è creato in Sicilia tramite i social, già prima di partire”, sottolinea Buzzelli. “Mi ha fatto veramente emozionare. Estranei mi hanno dato numeri di telefono di parenti e amici per farmi ospitare e darmi un aiuto. La vita negli ultimi anni mi ha messo a dura prova, ma io ci ho creduto e sapete una cosa? Non ho niente, ma sono felice”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

Start Franchising

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top