Myosotis Wedding, la startup molisana “nata in casa”

Shares

Una startup “nata” nel 1993. Per raccontare la storia di Myosotis Wedding è necessario, infatti, fare un salto indietro nel tempo. E parlare di un vero e proprio “affare di famiglia”. Nasce così il portale d’incontro tra professionisti del settore e future coppie di sposi. L’idea è firmata da Giuseppe Abate, 33 anni, di Campobasso, che ha deciso di innovare l’attività dei suoi genitori, che da oltre 25 anni operano nel settore casa e Wedding. “Insieme a mia sorella – spiega – ci siamo ritrovati a dover fare una scelta: distinguerti o estinguerti.  Abbiamo scelto la prima, per dare una nuova opportunità a noi ed al nostro territorio, piccolo e sottovalutato”.

La storia

Riavvolgendo il nastro, pertanto, si torna al 1993, quando i genitori di Giuseppe Abate prendono in gestione il negozio di casalinghi dei nonni, Giuseppe e Lucia, per creare uno store dove poter trovare la propria bomboniera, la partecipazione e creare la propria Lista di nozze con oggetti per la cucina e l’arredo casa. Un mondo affascinante e pieno di creatività. Che diventa un punto di riferimento per le coppie di Campobasso e non solo.

Il negozio di famiglia

Giuseppe Abate

Un luogo in cui i futuri sposi chiedono di essere aiutati, consigliati nell’organizzazione del loro matrimonio: da lì nasce in Giuseppe l’idea, la vision e la mission della startup. Perché sin dall’età di 7 anni, un po’ per gioco, Giuseppe Abate si ritrova sempre nel negozio di famiglia. E la prima cosa che impara è quella di confezionare regali e bomboniere. Immerso tra nastrini e confetti, finisce per confrontarsi più assiduamente con le coppie di sposi: crescendo, ascolta i loro problemi e le richieste, rendendosi conto che, con il tempo, le esigenze e la tecnologia condizionano e modificano anche un evento importante come quello del matrimonio.

L’innovazione

Prosegue negli studi e, dopo la sua laurea magistrale in Economia Aziendale, lavora altrove. Si affaccia al mondo della consulenza, tante esperienze in ambito aziendale ma resta sempre deluso dall’ambiente. L’idea di costruire qualcosa di innovativo però continua a frullare nella sua mente: scrive un business plan, concretizza la propria idea e trasforma Myosotis Regali in Myosotis Wedding.

La startup

Nel corso del 2018 ritrova il suo vecchio amico Francesco Civico che, entusiasta del progetto, entra in società con l’obiettivo di sviluppare il sogno. Perché di quello si tratta: “Ogni startup nasce da un’idea, ma se non viene alimentata da passione e determinazione, da un sogno resta solo un progetto sulla carta”.

E invece, Myosotis Wedding è ora una realtà consolidata. Con un destino scritto nel nome: il Myosotis è un minuscolo e delicato fiore selvatico dai petali azzurri intenso, comunemente chiamato “Non ti scordar di me”, da  sempre considerato simbolo del ricordo, dell’amore e della speranza. Un fiore per dirsi sì, per tutta la vita.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top
Change privacy settings