Negramaro: la musica non si ferma e si adatta con “Contatto”

Shares

La musica non si ferma e si adatta al momento. É quanto sicuramente emergerà dalla presentazione del nuovo album dei Negramaro, prodotto da Sugar con la direzione creativa di Giò Forma.

L’evento in streaming “Entra in contatto” è quello che vedrà i Negramaro esibirsi dal vivo il 12 novembre per presentare alcuni brani del nuovo album “Contatto”, in uscita il giorno successivo.

Un concept album

Contatto” sarà un concept album dedicato al cambiamento il cui simbolo, la farfalla, ne  incarna il mutamento, l’evoluzione e il movimento.

Con la direzione creativa di Thestylepusher, la copertina del disco è un progetto 3D nato dalla collaborazione tra i negramaro e il 3d artist Amin Farah di Theblacklab. Sulla cover sono raffigurati quattro umanoidi, senza caratteristiche somatiche definite, che con le loro ombre riproducono appunto una farfalla.

Questo nuovo lavoro discografico rappresenterà il decimo album della band salentina.

Contatto, il videoclip ufficiale

I Negramaro e la collaborazione con Giò Forma

Giò Forma nasce nel 1998 a Milano come studio di designer, artisti e architetti fondato da Cristiana Picco, Florian Boje e Claudio Santucci.

I tre partner danno vita ad un grande studio multidisciplinare e pluripremiato con un team di 20 professionisti che operano in tutto il mondo spaziando da eventi internazionali su vasta scala a mostre significative, dalla musica alla moda, dall’architettura alla scenografia e all’Opera.

Salvatore Imperio

Salvatore Imperio, nato a Foggia il 14 Luglio 1982, appassionato di musica, Digital Journalism e social media. Blogger, fonda il sito di informazione dedicato esclusivamente alla musica indipendente “MIE Musica Italiana Emergente” in cui, insieme ad altri appassionati e ricercatori di musica, si occupa di raccontare e informare del vero fermento che la musica italiana sta vivendo. “La musica mi ha già salvato più di una volta e io non posso che raccontarla alla gente” questa è la visione che Salvatore Imperio ha in mente perché “non si può vivere di tormentoni e canzoni che non dicono niente”. Diplomato in Informatica, è iscritto al corso “Culture digitali e della comunicazione” del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II di Napoli.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top