Nel Messinese nasce una centrale termosolare che va a sabbia

Shares

Una centrale termosolare che sfrutta un elemento solare di cui la Sicilia è ben fornita: la sabbia. E’ quanto installato nel nel Polo energetico integrato di San Filippo del Mela, nel messinese, non molto lontano da Milazzo. La struttura sfrutta infatti semplicemente la rena di un diametro inferiore a 0,2 millimetri per produrre energia.

A realizzare la centrale Stem, Magaldi Group. Alla base uno sviluppo naturalmente ecosostenibile che sfrutta il solare termodinamico. Gli impianti di questo tipo finora realizzati hanno sfruttato fonti come il vento o il sole. Questi però non sono in verità totalmente non inquinamenti perché utilizzano anche elementi inquinanti. Quelli a energia solare, poi, possono generare corrente solo di giorno.

Magaldi Group si presenterebbe come la soluzione a entrambi i problemi, grazie all’utilizzo della sola sabbia. Tra i vantaggi, però, vanno enumerati anche il minore bisogno di manutenzione rispetto ad altri termodinamici e il fatto di sfruttare anche altre fonti: un campo fotovoltaico (già installato), digestori anaerobici per la produzione di biometano e un impianto per il recupero energetico da combustibile solido secondario.

“Il polo integrato di San Filippo del Mela – spiega Mario Magaldi, presidente e amministratore delegato di Magaldi group al Corriere – è il simbolo del passaggio dal mondo di oggi basato sulle energie fossili a quello di domani basato sulle rinnovabili”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top