Gli italiani lo fanno meglio, e per dimostrarlo un team pugliese che con successo ha creato e sperimentato la piattaforma PostPickr tutta in italiano, per facilitare la vita del social media manager, raggiungendo l’obiettivo di 10mila euro in una campagna di crowdfunding già a 15 giorni dal termine fissato, ora lavorerà per lanciare la versione internazionale, prevista entro l’anno, e poter finalmente partire alla conquista dei professionisti di tutto il mondo e dimostrare loro che anche nei social media “Italians do it better”, appunto.

La startup pugliese ha lanciato così la sfida a Hootsuite: due anni di versione beta pubblica e privata, quasi diecimila canali social (suddivisi tra Facebook, LinkedIn, Twitter e Pinterest) e oltre un milione e 600 mila post finora pubblicati, sono i numeri strabilianti di PostPickr, startup pugliese che ha realizzato un prodotto di successo, premiato dagli addetti ai lavori e adesso anche dalla community, poiché PostPickr, come detto, ha completato una campagna di finanziamento in crowdfunding su Eppela, pur mancando ancora 15 giorni alla sua conclusione.

Il successo è di Maurizio LotitoMaria Miracapillo e Antonello Fratepietro: “Ci siamo resi conto che non esisteva una social media dashboard in italiano, e soprattutto che quelle esistenti avevano una sorta di lacune importanti”. Da qui l’idea di iniziare a lavorare, giorno e notte, a PostPickr, un social media assistant che permette di programmare post sui social network, analizzarne le statistiche, importare delle rubriche ed impostare dei feed personalizzati, tutto da un unico accesso. “La nostra mission – spiegano – è rendere più facile la vita al social media manager, una nuova professione digitale sempre più richiesta da quelle aziende ed organizzazioni che vogliono presidiare efficacemente i social media e sfruttarne le opportunità. Vita che non è per niente semplice, costantemente sdoppiata tra la gestione in real time di ciò che avviene sui molteplici canali social disponibili e l’esigenza di una pianificazione strategica delle attività. Il tutto con una copertura h 24 e 365 giorni all’anno. PostPickr risponde con una soluzione che appare semplice e intuitiva, mettendo a disposizione del social media manager una ‘cabina di regia’ attraverso la quale dirigere tutte le attività social, dall’impostazione del piano editoriale alla cura, produzione e pubblicazione dei contenuti, dal community management in tempo reale alla misurazione dei risultati e delle performance”.

Per ben capire quali fossero le esigenze di chi lavora sulle piattaforme, Maurizio Maria e Antonello hanno coinvolto proprio loro, i destinatari del prodotto, i social media manager, ai quali hanno offerto PostPickr in beta gratuita, chiedendo in cambio ai fruitori della piattaforma quali fossero le feature più importanti. Le alternative, principalmente Hootsuite e Buffer, sono prodotti customizzati e poco personalizzabili.

PostPickr ha deciso invece di ascoltare le esigenze di chi lavora giorno dopo giorno sui social media, inserendo funzionalità finora non contemplate e lavorando in maniera molto forte sulla user experience. “Grazie ai feedback ricevuti abbiamo migliorato e raffinato il prodotto e nel contempo si è creata una community di utilizzatori entusiasti, pronti a sostenerci anche nei momenti più bui (e ce ne sono stati) in virtù del potenziale intravisto nel nostro progetto e nelle nostre persone. Utenti che si sono poi trasformati in naturali ambassador, contribuendo con il passaparola positivo ad accelerare la crescita e la reputazione di PostPickr”.