Sanremo omaggia Vincenzo Mollica, il “narratore della bellezza”

Shares

In una kermesse sanremese pieno di polemiche colpi di scena, resterà nel cuore di tutti, dagli spettatori alla stampa, è sicuramente l’omaggio del festival ha fatto ad un grande giornalista scrittore e disegnatore nonché conduttore televisivo e radiofonico italiano: Vincenzo Mollica.

Questo è stato l’ultimo Festival di Vincenzo Mollica che adesso va in pensione.

Solo grazie a Rosario Fiorello autore di una vera e propria sommossa mediatica è riuscito regalare a tutti l’ultima narrazione del Festival di Vincenzo Mollica.

Negli anni, Vincenzo Mollica è stato protagonista del “mollichismo”, celebre per il suo buonismo critico e per la valutazione degli intervistati e Aldo Grasso ha così descritto il mollichismo: ”È un libro parlante, una sola moltitudine di arguzia e sapienza, un’intelligenza acuta che si è fatta TV. Non può neppure immaginare di cedere a un giudizio, a un appunto, a un dissenso. Parla sempre bene di tutti.”

Il narratore della bellezza

Ed è proprio così che dobbiamo immaginare Vincenzo Mollica, come un libro parlante. Lui è stato il narratore della bellezza dal Festival di Sanremo che ha raccontato anche dal suo ormai famosissimo balconcino sino al racconto dell’arte nelle sue molteplici forme.

Con lui non va in pensione solo un giornalista ma un punto di riferimento per la cultura italiana che adesso si trova orfana di chi ha celebrato la bellezza in tutte le sue forme d’arte.

La standing ovation

Dalla sala stampa al teatro Ariston, la standing ovation per il giornalista nato a Formigine è stato unanime ed ha reso omaggio ad un uomo che, attraverso il giornalismo, ha saputo raccontare l’arte contemporanea italiana fino ad un Festival di Sanremo che negli anni è sicuramente mutato non prima di entrare nella tradizione italiana

Durante l’omaggio nella quarta serata del Festival di Sanremo è stato trasmesso un video; “Ha un modo unico di raccontare le cose” ha detto Stefania Sandrelli. “Sono qui solo per te, per ringraziarti a nome di tutti per la tua passione unica nel raccontare la musica, soprattutto italiana, senza una esterofilia esagerata e con rara sensibilità” ha aggiunto Vasco Rossi. “E’ un cantante che ha vinto tutto” a detto Roberto Benigni. Amadeus e Fiorello lo hanno abbracciato affettuosamente.

Salvatore Imperio

Salvatore Imperio, nato a Foggia il 14 Luglio 1982, appassionato di musica, Digital Journalism e social media. Blogger, fonda il sito di informazione dedicato esclusivamente alla musica indipendente “MIE Musica Italiana Emergente” in cui, insieme ad altri appassionati e ricercatori di musica, si occupa di raccontare e informare del vero fermento che la musica italiana sta vivendo. “La musica mi ha già salvato più di una volta e io non posso che raccontarla alla gente” questa è la visione che Salvatore Imperio ha in mente perché “non si può vivere di tormentoni e canzoni che non dicono niente”. Diplomato in Informatica, è iscritto al corso “Culture digitali e della comunicazione” del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II di Napoli.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top
Change privacy settings