Questo sito contribuisce alla audience di

Servizio carta d’identità in tilt, Bari scrive al Ministero: “Aggrediti per i vostri ritardi”

Shares
Carta identità elettrronica, disagi e ritardi

Disagi, problemi. E anche aggressioni. A lamentare la situazione è il Comune di Bari, che ha deciso di scrivere direttamente al Ministero. Per protestare.

A seguito di un reiterato malfunzionamento del collegamento tra gli uffici anagrafici e il sistema del Ministero deputato al rilascio definitivo della CIE – Carta d’identità elettronica – fanno sapere dal Comune del capoluogo pugliese -, l’assessore ai Servizi demografici ha inviato una nota al Ministero rispetto al grave disservizio per il tramite del Prefetto, segnalando il mancato servizio erogato ai cittadini e i conseguenti disagi creati all’utenza.

Questa circostanza, infatti, sta determinando notevolissime tensioni nei rapporti con cittadini e utenti che, in talune occasioni, sono sfociate in vere e proprie aggressioni fisiche nei confronti dei dipendenti. Peraltro la questione è resa ancora più spiacevole – spiegano dal Comune – dalla circostanza per cui tali disservizi non sono in alcun modo imputabili alla civica amministrazione che, nel caso di specie, accede a un servizio informatico esterno (quello del Ministero dell’Interno, per l’appunto). Tuttavia, l’utenza individua del tutto ingiustificatamente nel Comune di Bari la responsabilità dei disservizi in corso.

“Non è possibile gestire un servizio che richiede ai cittadini una spesa di non poco conto in queste condizioni – commenta l’assessore Angelo Tomasicchio -. Il Ministero si attivi nel più breve tempo possibile per ripristinare correttamente il funzionamento del sistema e mettere gli uffici comunali nelle condizioni di erogare i servizi ai cittadini nel migliore dei modi. Esprimo piena solidarietà ai dipendenti comunali che in queste ore con estremo senso del dovere e responsabilità stanno facendo fronte a una situazione di disagio che purtroppo rischia di alimentare situazioni di accesa contestazione”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

Start Franchising

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top