Sud e “mulini a vento”: appuntamento col libro di Carabba (Svimez)

Shares
Libro su Italia Sud

Il libro del Consigliere di Amministrazione SVIMEZ Manin Carabba, “I miei mulini a vento. Il Mezzogiorno e i diritti dei cittadini”, sarà presentato martedì 13 febbraio alle ore 17 all’antica biblioteca dell’Università degli Studi Link Campus University a Roma. Ne discutono il Presidente SVIMEZ Adriano Giannola, Gian Paolo Manzella, Vincenzo Scotti e il Consigliere di Amministrazione SVIMEZ Sergio Zoppi, alla presenza dell’autore. Modera il confronto Marco Emanuele.

IL LIBRO. Il problema del Mezzogiorno è «questione nazionale» non solo in termini di mancata unificazione economica del paese, ma anche in termini di questione istituzionale. I limiti di capacità di governance democratica costituiscono ostacoli tremendi per la definizione e attuazione di politiche meridionaliste efficaci. Questi ostacoli sono i «mulini a vento» contro i quali l’autore di queste pagine ha combattuto in tutta la sua carriera (dalla programmazione alla Corte dei conti, dal CER al CNEL, alla SVIMEZ] e con la sua attività di studioso.

Gli scritti proposti delineano un vero e proprio piano d’azione per fare riemergere il Mezzogiorno, evidenziando in particolare la necessità di un intervento speciale modellato secondo lo schema di un grande Stato federale, capace di affrontare i maggiori problemi che interessano tutto il Sud: industrializzazione e ricerca tecnologica, logistica e trasporti, difesa del suolo, ciclo delle acque, rifiuti, aree metropolitane; l’importanza cruciale di restituire significatività, trasparenza ed equità al processo democratico del bilancio; l’urgenza di ricreare una capacità di governo dell’economia in termini di programmi e progetti, di utilizzazione trasparente e razionale del settore pubblico dell’economia, di ripresa di un dialogo costruttivo fra politica e forze sociali; l’esigenza di un nuovo Statuto del welfare, universale ma qualificato dal principio di sussidiarietà orizzontale; la necessità di un diritto delle amministrazioni pubbliche «paritetico» nei confronti della base sostanziale di ogni democrazia, fondata sui diritti soggettivi (civili e sociali) dei cittadini.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top