Che ci sia ancora bisogno del ‘Giorno della memoria‘ e di parlare della Shoah lo dimostra quanto accaduto nelle ultime ore a San Severo, in provincia di Foggia.

Le istituzioni sono intervenute prontamente e celermente la struttura comunale, coordinata dall’Assessorato ai Lavori Pubblici affidato a Michele Del Sordo, ha ripulito i muri dalle scritte e simboli di chiaro stampo antisemita (e anche contro le forze dell’ordine), comparse nelle ultime ore nei pressi dell’ex edificio scolastico di Via Ergizio.

“I nostri uffici, su precise indicazioni dell’Amministrazione – hanno commentato il sindaco Francesco Miglio e l’assessore Del Sordo – hanno provveduto a ripulire l’intera zona che era stata imbrattata da scritte indegne, opera sicuramente di qualche balordo. Condanniamo fermamente questo brutto episodio che non rispecchia il pensiero della gente di San Severo”.