Questo sito contribuisce alla audience di

Tra Goya, Maradona e castelli: la ‘follia’ artistica di Vittorio Sgarbi

Shares
Vittorio Sgarbi

‘Da Goya a Maradona’. Vittorio Sgarbi non si smentisce. E porta a Napoli una nuova provocazione artistica, “Il museo della Follia”. Una mostra ospitata nella Basilica di Santa Maria maggiore alla Pietrasanta, aperta fino al 27 maggio 2018: tra dipinti e sculture di maestri come Goya, Becon, Wildt, e di tanti italiani da Signorini a Pirandello e Ligabue, c’è anche una installazione video dedicata a Maradona (in particolare al memorabile gol di Napoli Juventus del 1985), nonché altre testimonianze sulla “unicità” del suo sinistro, anche sotto forma di ‘radiografie’. Il cachet destinato a Diego per la sua adesione all’iniziativa – spiegano gli organizzatori -, sarà devoluto all’ospedale pediatrico Santobono Pausillipon.

E per chi pensa che l’accostamento sia esagerato. Il critico d’arte ribadisce: “Non è una forzatura. I volti di Caravaggio sono i ragazzi di vita, delle strade, delle periferie dell’umanità. Con lui la vita diventa arte, come in Maradona”.

Intanto, Sgarbi nei giorni scorsi ha potuto celebrare anche una nuova nomina. Tra i dodici assessori della giunta di governo di Nello Musumeci, neogovernatore della Regione Sicilia, c’è anche lui. A Sgarbi è stata assegnata la delega ai Beni culturali. E il suo primo atto da assessore è stato quello di acquistare un castello: ha infatti dato mandato all’amministrazione di acquisire al patrimonio regionale il castello di Schisò, un edificio del XIII secolo.

Marisa Zarriello

Marisa Zarriello nasce a foggia il 31 luglio 1982. Vive a foggia e frequenta a Foggia le scuole e l'università laureandosi in scienze della formazione continua con la magistrale in dirigente e progettista sistemi educativi e formativi. Sin da subito comincia la sua esperienza lavorativa nel terzo settore in una cooperativa sociale impegnata nella riabilitazione psichiatrica di soggetti adulti. In seguito al conseguimento di un master in coordinamento sanitario inizierà la sua esperienza come responsabile di comunità e centri diurni. Esperienza parrocchiale quale educatrice nella realtà associativa dell'azione cattolica. Oggi lavora in un centro diurno per ragazzi con disabilità fisiche e motorie, presidente di una associazione di promozione sociale impegnata nel sociale e nella progettazione formativa.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top