Verso #Sud lungo le vie del #sale

Shares

Ci sono miniere di sale in grado di raccontare una storia accaduta circa sei milioni di anni fa. Esse sono in Sicilia.

C’è un sito unico formato da vulcanelli di sale ed è in Calabria. C’è una strada dell’epoca romana chiamata via Salaria.

Parte dalla Sicilia: “Le vie del sale”, un viaggio dedicato alla storia del sale, organizzato dalla sezione giovani della Società Geologica Italiana.

L’anteprima nazionale dell’iniziativa, è stata presentata a Messina e l’itinerario è inserito nel più vasto programma di “Settimana pianeta Terra”, in cui 600 ricercatori saranno impegnati a spiegare in giro per l’Italia, le geoscienze.

La geologa Ester Tigano, ha spiegato che: “Non è un caso che ‘Le vie del  sale’ parta dalla Sicilia, regione dove proviene la maggior parte del sale che arriva sulle nostre tavole.”

I luoghi studiati da circa 15 anni dal Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della terra, raccontano un processo iniziato circa 6 milioni di anni fa, quando la salinità dell’acqua del Mediterraneo iniziò a cambiare, formando depositi di gesso e salgemma.

La prima tappa sarà a Caltanissetta con una visita al Museo Mineralogico e Paleontologico.

Nel corso della presentazione di Messina, c’è stato spazio anche per una divertente citazioni di proverbi e parole, inerenti al sale, che parte da “salario” sino ad arrivare al sale nelle opere d’arte, nella letteratura e nella musica.

Emilio Lanese

Collaboro con Primapress Agenzia di Stampa Nazionale, occupandomi principalmente del settore cultura. Per la stessa sono stato corresponsabile fanpage. Collaboro con Gosalute, per il quale svolgo le medesime mansioni. Ho lavorato per Lookout-tv.eu, Gotecno e mi sono occupato di Gomolise. Attualmente lavoro con la redazione di Restoalsud per la quale realizzo articoli e ne gestisco l’editing; mi occupo del settore salute e benessere di Gosalute per Tiscali e gestisco la piattaforma Thelemapress per l’inserimento di contenuti su Tiscali per Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top