Questo sito contribuisce alla audience di

VelEni: le tragiche vicende di Mattei, Pasolini e De Mauro nel saggio inchiesta di Amendolara

Shares

La storia dell’industriale Enrico Mattei, dello scrittore Pier Paolo Pasolini e del giornalista Mauro De Mauro. Inchieste, testimoni, ricostruzioni e verbali a confronto: questo e molto altro è alla base di VelEni, il nuovo libro di Fabio Amendolara, edito da Il Castello, uscito nel 2016.

Al centro “Le misteriose morti di Mattei, Pasolini e De Mauro. Intrighi di petrolio e potere che il presidente del Consiglio Emilio Colombo si è portato nella tomba”, si legge nella didascalia. La prefazione è di Giangavino Sulas.

veleniUn saggio inchiesta in cui il cronista di nera e giudiziaria ripercorre le tragiche vicende dei tre uomini. In particolare, Pasolini è chiamato in causa in particolare per il suo romanzo “Petrolio”, uscito postumo nel 1992 e incentrato sulla saga di Mattei e dell’Uni. De Mauro, giornalista foggiano ucciso dalla mafia, per essersi occupato della morte dello stesso Mattei. Un intrigo tutto italiano che muove poteri forti, soldi e vicende che riguardano strettamente le sorti energetiche del Paese. Lo sfondo è quello della mafia siciliana.

Se da una parte ci sono personaggi di rilievo della Prima Repubblica che hanno tanta parte nella storia, dall’altra c’è anche un testimone, Emilio Colombo, allora presidente del Consiglio, che che non fu mai ascoltato. Per Amendolara, alla base di questi misteri irrisolti c’è la politica di quegli anni.

Amendolara vive e lavora a Potenza dal 2002. Ha collaborato con i settimanali Oggi e Panorama, per il Quotidiano della Basilicata, la Gazzetta del Mezzogiorno e Libero. Oggi si occupa di inchieste per il quotidiano La Verità, diretto da Maurizio Belpietro. E’ coautore del libro inchiesta sulla misteriosa scomparsa di Ottavia De Luise e autore dell’inchiesta giornalistica “Il segreto di Anna”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top