Questo sito contribuisce alla audience di

La vendemmia diventa digital, #ilsudcheinnova

Shares

Dalla vigna al bicchiere in un click: nasce sulle nuove frontiere dell’agricoltura sostenibile Vineway, una piattaforma online dove non si acquistano semplicemente bottiglie di vino come in un normale e-commerce, ma si coinvolge il consumatore in un’esperienza di partecipazione produttiva.

Il Progetto è nato grazie al bando Principi Attivi 2012 da due assaggiatori baresi dell’Onav, l’Organizzazione nazionale assaggiatori di vino, Daniela Buonamassa e Danilo Marzo, rispettivamente ingegnere gestionale e marketing manager. Hanno messo insieme professionalità e passione per il vino: i clienti hanno la possibilità di monitorare il vigneto prescelto per la produzione attraverso una serie di camere installate sui tralci e possono prenotare direttamente online visite in cantina e personalizzare le etichette.

Al momento sono quattro le aziende produttrici scelte da Vineaway, due in provincia di Bari, una a Montemesola nel tarantino e una a Rionero in Vulture in Basilicata. Dal moscato al bombino nero, Vineaway propone una buona selezione di vini bianchi, rossi e rosati. L’obiettivo è valorizzare produzioni enologiche che puntano all’alta qualità e che non hanno grandi canali di vendita perché non possono produrre grandi quantitativi. Alle denominazioni DOP e IGP si aggiungono le coltivazione biologiche.

Roberto Zarriello

Imprenditore digitale, saggista, giornalista – Brand Journalism Expert -. Ho fondato startup come Digital Media e InstaGo, società specializzata in gestione profili e pagine Instagram, ho creato e dirige la prima Digital Academy del Sud (main partner Conad, Tiscali, Resto al Sud) sul talento digitale, lanciato il primo think tank sul giornalismo e la comunicazione digitale (Comunicatori Digitali Associati in collaborazione con GSA). Laureato in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Bari, oggi sono Docente di Comunicazione Digitale e Social Media all’Università Telematica “Pegaso” e in vari master universitari (Roma, Ferrara, Foggia, Unimol, Milano). Sono stato formatore per la Corte Costituzionale (ufficio stampa 2.0 e social media) e Web Editor dell’Isola d’Elba occupandomi di riscrivere e riprogettare l’intero processo di comunicazione e relativo piano editoriale. Ho collaborato con le Cattedre di Organizzazione e Comunicazione degli Uffici Stampa e di Pianificazione Media e Comunicazione allo Sport della Facoltà di Scienze della Comunicazione all’Università “La Sapienza” di Roma. Sono stato speaker e moderatore di molti eventi sul digital negli ultimi 15 anni tra cui Web Marketing Festival, Festival del Giornalismo, SMAU, Ninja Talk, ed una serie di convegni e conferenze con Ordine dei Giornalisti (in 10 regioni italiane), Centro di Documentazione, Primo Piano Formazione, TVLP (anche all’ambasciata USA in Italia) fino a organizzare “La Battaglia delle Idee” evento che ha visto radunate a Salerno oltre 1.000 startup e agenzie di marketing digitale. Scrivo di comunicazione, web e nuove tecnologie su HuffingtonPost.it e coordino il social media team di Tiscali.it come consulente. Dal 2003 collaboro con il gruppo Espresso, con cui ho creato il progetto “Città 2.0” su Repubblica. Seguo diversi progetti editoriali dedicati alla cultura e all’innovazione. Ho coordinato fino al 2017 la prima Commissione sulla didattica digitale del MIUR istituita dall’USR Molise. Ho scritto libri per il Centro di Documentazione Giornalistica (2 edizioni di Penne Digitali + 2 edizioni di Brand Journalism) e per Franco Angeli Editore. Nel 2015 ho ricevuto il premio Giornalistico Nazionale ‘Maria Grazia Cutuli’ per la categoria “Web, Editoria digitale”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top