L’#Academy a #Caserta (in un bene confiscato alla camorra) per scegliere un giovane di #Libera

Shares

Si terrà in un bene confiscato alla camorra la terza presentazione del progetto culturale ed d’innovazione digitale “Resto al Sud – Academy”. 

L’evento si svolgerà sabato 31 ottobre alle ore 11 a San Felice a Cancello (Caserta).

Protagonisti questa volta i giovani di Libera.

E questo perché Resto al Sud e il gruppo Conad (principale promotore del progetto) hanno deciso di assegnare il corso gratuito di innovazione e social media (in collaborazione con Ninja Academy) ad un giovane volontario di Libera Caserta.

L’evento – che sarà anche l’occasione per aprire alla città il bene pubblico confiscato – sarà presieduto da Giovanni Solino, coordinatore di Libera Caserta.

Durante la mattinata sarà illustrato il progetto di ricerca di un talento digitale a cui offrire gratuitamente un corso di innovazione e social media.

La Resto al Sud Academy è un incubatore di talenti digitali nato per cercare di arginare il fenomeno dello spopolamento del Sud.

Per il secondo anno consecutivo dentro il portale www.restoalsud.it si svilupperà una accademia web gratuita che permetta ai giovani del Sud che risiedono in alcuni quartieri disagiati – e che hanno una inclinazione per innovazione e social media – di conoscere il mondo del digitale e capire che si può rimanere su questo territorio (e lavorare) senza inquinare, senza cedere alle mafie, senza deturpare il territorio.

E’ Conad ad aver reso possibile il progetto per il secondo anno consecutivo attraverso il sostegno e il finanziamento dei corsi di innovazione digitale per i ragazzi delle periferie del Sud.

E anche per questo secondo anno si rinnovano le partnership ad alto contenuto innovativo con la Ninja Academy leader nella formazione digitale in Italia (con docenti e corsi di alta qualità) e con il gruppo tecnologico Tiscali.

Alla prima edizione hanno partecipato sei ragazzi provenienti da Scampia (Napoli), Tamburi (Taranto), Zen (Palermo), Librino (Catania), Carbonia (Sulcis) e Case post sisma (L’Aquila).

Francesca Giovannoli

Francesca Giovannoli, 34 anni, architetto, coordina un workshop di interior design presso l’Università di Teramo. Attualmente è nello staff di professionisti che si occupa di un importante cantiere sulla costa abruzzese.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top