Concorso terza fascia Ata scuola: domande, requisiti e punteggio

  • Dal 22 marzo si possono inserire o aggiornare le graduatorie del concorso terza fascia Ata
  • Diversi profili richiesti: da collaboratore scolastico a personale amministrativo
  • Ecco quali sono i requisiti e cosa fa punteggio

Scadrà il 22 aprile la possibilità di inoltrare le domande per le graduatorie di circolo e di istituto di terza fascia del personale Ata scolastico, il cosiddetto concorso terza fascia Ata. La possibilità di inserimento delle domande è partita il 22 marzo e riguarda le graduatorie con validità triennale dal 2021 al 2024. Gli aspiranti per il lavoro a scuola possono chiedere, con un’unica domanda, l’inserimento, la conferma, l’aggiornamento di uno o più profili nelle graduatorie di circolo e d’Istituto. Il sistema quest’anno è completamente digitalizzato. Le graduatorie di circolo e di istituto serviranno, dall’anno scolastico 2021-22, per coprire le supplenze temporanee per la sostituzione del personale temporaneamente assente e per la copertura di posti resisi disponibili, per qualsiasi causa, dopo il 31 dicembre di ciascun anno.

Per inoltrare l’istanza si può accedere con i propri accessi ottenuti in fase di registrazione o con Spid direttamente cliccando su questo link.

Profili

I profili per i quali si può richiedere l’inserimento nel concorso terza fascia Ata sono: assistente amministrativo, assistente tecnico, cuoco, infermiere, guardarobiere, addetto alle aziende agrarie, collaboratore scolastico.

La scelta delle scuole

Nella domanda si possono indicare fino a 30 scuola tutte nella stessa provincia scelta (non necessariamente quella di residenza). Una delle 30 scuole dovrà essere destinataria dell’istanza che sarà automaticamente posizionata al primo posto fra le sedi espresse. Le sedi esprimibili sono gli istituti e le scuole di istruzione primaria e secondaria, gli istituti d’arte, i licei artistici, le istituzioni educative, le scuole speciali statali e i CPIA. Non sono, invece, esprimibili le Accademie e i Conservatori, le istituzioni annesse, i convitti e gli educandati annessi a istituto. Chi è già inserito nelle Graduatorie permanenti (24 mesi) o nelle Graduatorie a esaurimento (D.M. 75/2001) e vuole scegliere una provincia diversa dovrà chiedere, contestualmente alla domanda di partecipazione, il depennamento dalle predette graduatorie.

Concorso terza fascia Ata: Requisiti

Non è necessaria avere esperienza pregressa per iscriversi in queste graduatorie ma occorre avere dei requisiti generali e specifici per l’iscrizione.

Requisiti generali

I requisiti generali per partecipare al concorso terza fascia ATA sono: cittadinanza italiana o straniera, purché in linea con le condizioni indicate nel bando; età compresa tra i 18 e i 67 anni al 1° settembre 2021; godimento dei diritti civili e politici; posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva; non rientrare nei casi che ostacolano o impediscono l’accesso all’impiego nella Pubblica Amministrazione.

Requisiti specifici

Collaboratore scolastico: diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, diploma di maestro d’arte, diploma di scuola magistrale per l’infanzia, qualsiasi diploma di maturità, attestati o diplomi di qualifica professionale (entrambi di durata triennale rilasciati o riconosciuti dalle Regioni).

  • Collaboratore scolastico addetti all’azienda agraria: diploma di qualifica professionale di operatore agrituristico, operatore agro industriale o operatore agro ambientale.
  • Assistente amministrativo: diploma di maturità.
  • Assistente tecnico: diploma ti maturità corrispondente alla specifica area professionale.
  • Cuoco: diploma di qualifica professionale di operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina.
  • Infermiere: laurea in scienze infermieristiche o altro titolo per esercitare la professione di infermiere.
  • Guardarobiere: diploma di qualifica professionale di operatore della moda.

Concorso terza fascia Ata: cosa fa punteggio

Oltre al titolo di accesso e a un titolo superiore (ad esempio una laurea) ci sono corsi e specializzazioni che fanno punteggio nel concorso terza fascia ATA.

  • Qualifiche ottenute al termine di corsi socio-assistenziali e socio-sanitari rilasciati dalle Regioni (punti 1): pare si possano far valere contemporaneamente un corso Osa e uno Oss.
  • Certificazioni informatiche (se ne valuta solo una): Ecdl, Nuova Ecdl, Microsoft, Mediaform E.Q.I.A. (valgono a seconda del livello da 0,25 a 0,30 punti); Eucip, Ic3, Mous, Cisco, Pekit, Eipass (valgono 0,30 punti); Eirsaf (0,25-0,30), IdCert (0,25-0,28). Corso di dattilografia (1 punto solo profilo assistente amministrativo).
  • Servizio: Per il servizio sono previsti punteggi in base ai periodi in cui si è lavorato nel settore o alle dipendenze di amministrazioni statali, Enti locali, nei patronati scolastici o nei consorzi provinciali per l’istruzione tecnica.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento