';

Affittano la casa per le vacanze, ma non esiste

Ha affittato via internet un appartamento per una vacanza con amici a Gallipoli, ha pagato la caparra ma quando la comitiva è arrivata all’indirizzo fornito dal locatario non c’era traccia né dell’inserzionista, né dell’appartamento.

Vittima del raggiro, nel periodo di Ferragosto, un ragazzo di 21 anni di Borgo San Lorenzo (Firenze). I carabinieri sono riusciti a risalire all’inserzionista, un trentaquattrenne di Cerignola (Foggia) che è stato denunciato.

Dopo aver individuato su un sito l’offerta conveniente, il ragazzo ha contattato l’inserzionista, prima via internet e poi telefonicamente, concordando la locazione dell’immobile e pagando a giugno una caparra di 350 euro a fronte di una locazione pattuita di 700 euro per un appartamento di Gallipoli nel periodo dal 10 al 17 agosto. I contatti telefonici tra le parti sono continuati fino al giorno prima della locazione, si sono scambiati anche il contratto, che il giovane ha sottoscritto e ritrasmesso al recapito fornito dal proprietario.

Il giorno d’inizio delle ferie, lui e cinque amici si sono presentati all’indirizzo concordato nell’appuntamento. La via era corretta ma a quel numero civico non c’era alcun edificio. I carabinieri di Gallipoli in collaborazione con i carabinieri della stazione di Scarperia sono riusciti a identificare l’inserzionista, il quale per evitare di essere rintracciato aveva fornito al giovane borghigiano riferimenti anagrafici falsi. L’uomo è stato denunciato per truffa e sostituzione di persona.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento