';

La Cattedrale di Trani riprodotta con i mattoncini Lego

L’idea di riprodurre la Cattedrale di Trani con mattoncini Lego è di Paolo Tupputi, un architetto tranese da sempre appassionato di costruzioni Lego e socio di “Puglia Brick”, l’associazione fondata due anni fa da Cesare Andreoli, Dario Palese, Gabriele Longo e Tommaso Vedruccio e che riunisce amanti del gioco e dei Lego da tutta Italia.

Più di seicento pezzi di Lego

Ci sono voluti 645 mattoncini di diverse forme e colori per riprodurre in Lego la Cattedrale di Trani. Un modellino alto 20 centimetri, largo 11 e con una base di 17 centimetri. “Mi è sempre dispiaciuto che Lego non commercializzasse alcuni tra i monumenti, sia per motivi di diritti di immagine, sia per motivi religiosi. E’ stato così che ho cominciato a realizzare miei modelli personali a partire da mattoncini sfusi, prima con un software 3D, poi con pezzi veri”.

Creatività durante il lockdown

Ed è così che durante la pandemia, nei giorni in cui era obbligatorio restare tra le quattro mura, che a Paolo viene l’idea. Supportato dalla propria metà Malwina, Paolo ha deciso di intraprendere questa avventura di costruzione tridimensionale della Cattedrale della propria città. Sede dove i due si erano sposati due anni prima.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento