I luoghi di Napoli: magie e incanti

Shares

Tornano gli appuntamenti della rassegna “I luoghi di Napoli: magie e incanti”. Un progetto della Fondazione Premio Napoli, supportato da Regione Campania e promosso da Scabec spa che prevede  dieci serate, da luglio a ottobre, all’insegna del dialogo tra letteratura teatro e musica, negli scenari più suggestivi del paesaggio naturale e architettonico della città.

Il nuovo evento

Il quinto degli incontri, lunedì 7 settembre alle ore 18, si terrà a Nisida, luogo di fascino millenario, fonte di ispirazione per poeti, scrittori e musicisti. Il parco letterario, istituito qualche anno fa grazie all’impegno della direzione dell’istituto penale minorile e in particolare dell’insegnante Maria Franco, ha la doppia funzione di rendere percorribile l’isola, riscoprendone  i sentieri che l’attraversano, e di offrire ai ragazzi ospiti dell’istituto un’occasione di integrazione  attraverso la cura dell’ambiente e la pratica letteraria.

Leggi qui il programma completo

I protagonisti

L’incontro si terrà nello spazio del parco chiamato Simposio di Nisida, la terrazza che guarda al porto Paone.  La scrittrice Antonella Cilento, nella cui ampia e premiata bibliografia figurano anche romanzi dedicati al pubblico dei più giovani, curerà la selezione dei brani che verranno affifati all’interpretazione di Andrea Renzi,  attore eclettico e volto caro agli appassionati di cinema teatro e televisione.  Come sempre, in questa rassegna, parola e musica si incontrano felicemente. In scena a Nisida, così, troveremo anche  il duo formato da Gianluca Petrella, al trombone, e Pasquale Mirra, al vibrafono. Petrella è considerato uno dei più talentuosi trombonisti in attività, punto di riferimento del panorama jazz internazionale. Mirra, campano di nascita, è vibrafonista tra i più richiesti, oggi, per doti tecniche e interpretative. L’evento, a ingresso libero su prenotazione (premionapoli.it oppure scabec.it/iluoghidinapoli)  è  realizzato in collaborazione con il Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità.

Le regole

L’affluenza del pubblico è subordinata alle restrizioni imposte dalla normativa vigente per gli spettacoli. Tutte le serate della rassegna, però, saranno riprese per offrire ad un pubblico più vasto, attraverso le immagini, la possibilità di fruire degli eventi. Il resoconto filmato di tutti gli appuntamenti darà corpo, alla fine del progetto, ad un documentario, così da fissare nella memoria questa esperienza che vede la città di Napoli nel doppio ruolo di regista e attrice protagonista.

Verso il Premio Napoli

Il progetto dell’iniziativa I luoghi di Napoli: magie e incanti è a cura di Domenico Ciruzzi e Stefano Valanzuolo. Il coordinamento artistico per la Fondazione Premio Napoli è di Stefano Valanzuolo, Alfredo Contieri, Alfredo Guardiano, Carmen Petillo e Francesco Morra. L’organizzazione e la promozione sono di Scabec spa. La rassegna rappresenta un percorso di avvicinamento al Premio Napoli che anche quest’anno, come da tradizione,  rinsalderà il legame indissolubile tra gli scrittori e i lettori, tra l’industria dell’editoria e il suo pubblico.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top