Questo sito contribuisce alla audience di

Il sapore della pizza si insegna all’Università

Shares
Assaggiatori di pizza

Un corso di perfezionamento in “Esperto assaggiatore di pizza”. È quello organizzato dal Dipartimento di Scienze agrarie, degli alimenti e dell’ambiente dell’Università di Foggia, che lunedì ne celebra la conclusione con l’incontro dal titolo “La pizza, eccellenza mondiale frutto del connubio tra scienza e arte”.

«Si tratta di un’occasione utile per fare il punto su quello che abbiamo fatto durante questo corso di perfezionamento – spiega la prof.ssa Teresa De Pilli, ricercatrice in Scienze e Tecnologie Alimentari e coordinatrice scientifica del corso di perfezionamento – e per mettere a frutto l’esperienza che abbiamo maturato. Innanzitutto credo sia doveroso evidenziare che l’Università di Foggia è stata la prima, in tutta Italia, ad aver organizzato questo tipo di corso, il cui obiettivo è stato quello di formare “assaggiatori esperti di pizza con metodo scientifico” e, nel contempo, anche quello di elaborare delle schede specifiche per la “valutazione sensoriale” di questo prodotto, universalmente riconosciuto come una eccellenza del Made in Italy. Anzi, tra gli alimenti più importanti, esportati e popolari del Made in Italy. Attualmente, infatti, esistono assaggiatori esperti e schede sensoriali specifiche per vino, olio, formaggi e molti altri prodotti, ma non sono mai state codificate procedure e corsi di addestramento basati sull’analisi sensoriale secondo i principi riportati nelle norme UNI EN ISO 8586 applicate alla valutazione della pizza. Noi abbiamo un po’ colmato questa lacuna, mettendo chi ha frequentato il corso, di fronte all’occasione di conseguire una preparazione specifica e al tempo stesso unica nell’attuale panorama scientifico nazionale».

Sia in Italia che all’estero vengono continuamente organizzate gare i cui giudici sono pizzaioli professionisti ed esperti della produzione, ma che non sempre dispongono della formazione e delle competenze specifiche per eseguire una dettagliata ed esaustiva analisi sensoriale oggettiva.
«Pertanto questi test, questi campionati della pizza insomma, possono essere considerati delle vere e proprie degustazioni amatoriali perché prive di riscontri oggettivi e analitici, che sono poi alla base dell’analisi sensoriale. Attraverso il nostro corso, abbiamo cercato di mettere chi l’ha frequentato nelle condizioni di poter disporre di queste caratteristiche, con una preparazione teorica e pratica che si rifà a nozioni e informazioni scientifiche tipiche della formazione impartita all’interno dei nostri corsi di laurea».
Al termine del convegno verranno consegnati diplomi e attestati di partecipazione a chi ha frequentato il corso in “Esperto assaggiatore di pizza” e sarà allestito un padiglione dove saranno prodotte delle pizze dall’Associazione Pizzaioli Professionisti (APP).

Anna Laura Maffei

Giornalista, blogger ed esperta di comunicazione, scrive di sociale, di innovazione e di cultura. È communication manager di Digital Media, service giornalistico di Tiscali.it e main partner di RestoalSud.it, portali d’informazione per i quali scrive i suoi articoli. Per la testata RestoalSud.it ricopre il ruolo di caporedattrice dal 2014, ha curato la selezione e l’editing dei testi dell’omonimo libro ("#RestoalSud", Pietre Vive Editore, 2018) ed è coordinatrice didattica della Resto al Sud Academy, l’incubatore di talenti digitali del Mezzogiorno. Opera come consulente ed esperta di comunicazione digitale e social media per PMI e Startup e svolge attività di ufficio stampa. Ha collaborato con diverse testate informative, rigorosamente “all digital”, tra cui Gosalute.it, TerzoSettore TV e Look Out TV, quest’ultima tra le web tv di riferimento nell’ambito del racconto delle culture, diretta da Claudio Martelli, di cui è stata project manager. È coautrice della seconda edizione di “Brand Journalism. Storytelling e marketing: nuove opportunità̀ per i professionisti dell’informazione” (edita dal Centro di Documentazione Giornalistica).

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top