La musica italiana e i talenti di Capitanata: Pierpaolo Lauriola

Shares

Dopo avervi raccontato di concrete speranze della musica d’autore dei talenti di Capitanata (Leggi: Cerignola: un salotto culturale dove nascono i futuri cantautori) con Cesare Blanc e Buva, ecco arrivare un cantautore classe ‘75 da Manfredonia: Pierpaolo Lauriola.

Pierpaolo dopo aver iniziato a scrivere nei primi anni novanta si trasferisce a Bologna per intraprendere gli studi al DAMS, in cui la passione diventa professione.

Come solista ha pubblicato tre album e ha partecipato a numerosi progetti sociali tra i quali tra i quali l’apertura di un asilo nel quartiere popolare di Medina, al centro di Dakar, Amnesty International Italia con Amnesty in Rock, i bambini del Mozambico attraverso Humana People to People, e la dodicesima edizione di “A Maggio a Baggio” con il progetto Errare Humanum Est, ”Liberare tutti i sogni” con uno speciale concerto con i detenuti del carcere minorile Beccaria.

Il nuovo album “Canzoni scritte sui muri”

Il suo nuovo album si intitola “Canzoni scritte sui muri”, pubblicato il 13 Maggio 2020 e che non sta passando di certo inosservato.

Attraverso un cantautorato dalle sfaccettature Rock e Pop, Pierpaolo Lauriola trasmette una sincera speranza attraverso il dolore come in “Scudo e riparo” accompagnata dal videoclip che vede la regia di Antonello Schioppa.

Il precariato è il tema principale di una canzone scritta con Sergio Salomone.

Un cantautore da seguire che con passione, studio e tanti anni di duro lavoro racconta della realtà e ci porta ad immedesimarci nelle vite dei protagonisti delle sue canzoni.
Lauriola, nello stile puro e nobile della canzone italiana, è custode del sentimento e della passione che traspare ascoltando le sue canzoni e riuscendo a piegare sonorità contemporanee verso opere che coinvolgono ed emozionano gli ascoltatori.

Salvatore Imperio

Salvatore Imperio, nato a Foggia il 14 Luglio 1982, appassionato di musica, Digital Journalism e social media. Blogger, fonda il sito di informazione dedicato esclusivamente alla musica indipendente “MIE Musica Italiana Emergente” in cui, insieme ad altri appassionati e ricercatori di musica, si occupa di raccontare e informare del vero fermento che la musica italiana sta vivendo. “La musica mi ha già salvato più di una volta e io non posso che raccontarla alla gente” questa è la visione che Salvatore Imperio ha in mente perché “non si può vivere di tormentoni e canzoni che non dicono niente”. Diplomato in Informatica, è iscritto al corso “Culture digitali e della comunicazione” del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II di Napoli.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top