Natale 2020 tra sobrietà e speranza, a Lucera “Le Case sull’Albero” (ci sono anche i gattini)

Shares

Non c’è nulla di più triste in questo mondo che svegliarsi la mattina di Natale e non essere un bambino” – cit. Emma Bombeck

Indiscutibilmente questo 2020 passerà alla storia come un anno terribile, ricordato per sempre a causa della pandemia portata dal Coronavirus e le sedie vuote lasciate da quei cari, sue vittime, che adesso non ci sono più. Tuttavia, ogni anno, indipendentemente dalle sue cifre numeriche arriva puntuale il mese di dicembre e porta con sé il Natale, la festività Cristiana mostra al mondo intero una nuova nascita, un simbolo di ripartenza.

Natale a Lucera – Le Case sull’Albero

Valentina Auricchio, direttrice degli allestimenti delle edizioni della “Casa di Babbo Natale”, ha pensato e sviluppato assieme ai volontari de “A Cuperte de Natale” un albero costituito quasi interamente da case, simbolo del Lockdown italiano iniziato il 9 marzo e terminato il 18 maggio, il rifugio sicuro contro il virus e simbolo della famiglia unita. Gli autori tengono a precisare che i materiali non sono stati ricavati danneggiando l’ambiente, “sono stati utilizzati unicamente materiali di recupero”. Tra i visitatori dell’opera hanno fatto scalpore un gruppo di gattini, ben a loro agio ed al caldo tra i meandri delle piccole abitazioni in legno hanno reso l’atmosfera poetica. I micetti che si tendono la zampa sono stai immortalati in un video realizzato dal sig. Ferro e condiviso poi sui Social Network:

Cagnano Varano – Non si rinuncia alla luce di speranza

Anche a Cagnano Varano non si vuole rinunciare ad un grande messaggio di speranza e condivisione, con la voglia di ripartire nonostante l’emergenza sanitaria. L’iniziativa “luci di speranza” ha coinvolto ieri tutta la cittadinanza, come anticipato dal sindaco Michele Di Pumpo sul proprio profilo Facebook: “Si avvicina il periodo natalizio un momento di gioia per grandi e piccini. Questo Natale chiede ad ognuno di noi delle rinunce importanti, non solo materiali, ma noi crediamo fortemente che mai come quest’anno ci sia bisogno di ritrovare il nostro senso di comunità e di renderlo simbolico, seppur con piccoli gesti. Ci ricorderebbe quanto dare tutti insieme il proprio contributo può aiutarci a non dimenticare lo spirito di vera condivisione che rende speciale il Natale ed è ancor più importante in questo particolare e difficile periodo. La luce è da sempre associata alla speranza e alla rinascita e vogliamo per questo, stringerci in un abbraccio comunitario condividendo insieme questo momento, per darci forza l’uno con l’altro, pregando con forza che questo periodo così buio possa terminare al più presto”.

San Severo – In modo sobrio, festeggia per i bambini

Le luminarie ci saranno, anche se sobrie” – così il sindaco di San Severo Miglio ha preso la sua decisione su come onorare la festività. Seppur con maggior sobrietà il primo cittadino, dopo aver visto i tantissimi video pubblicati dalle famiglie sanseveresi, che non si sono arrese ed hanno allestito in casa degli alberi molto belli, ha sottolineato sui Social: “gli occhi strabiliati di un bambino dinanzi alle luci del Natale sono uno spettacolo che non possiamo perdere. Sono gli occhi di una città che, seppur sofferente non vuole rinunciare a vivere, ad amare e a entusiasmarli. Alle persone in difficoltà va dato tutto il supporto, non dobbiamo lasciarli soli, li dobbiamo aiutare e l’Amministrazione farà il massimo per sostenerli. Non dimenticate che il popolo sanseverese è una gran bella squadra e vincerà. Anche questa volta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top