Leggo Quindi Sono, la “carica” dei 535 studenti

Shares
Leggo quindi sono

Parte la giostra letteraria di Leggo QuIndi Sono, terza edizione del premio-concorso Le giovani parole, la manifestazione che porta gli studenti delle scuole superiori di Capitanata a leggere, incontrare e votare il miglior autore tra cinque selezionati tra le case editrici indipendenti italiane. Al via gli incontri con i cinque scrittori che, da quest’anno, dovranno confrontarsi con ben 535 studenti-giurati, stando al nuovo record di adesioni raggiunto (lo scorso anno furono 284).

Oltre alle scuole fondatrici – “Pascal” e “Poerio” di Foggia – e a quelle che hanno partecipato all’edizione 2017 – “Giordani” di Monte Sant’Angelo e “Giannone” di San Marco in Lamis – si sono aggiunte, infatti, anche le scuole “Notarangelo-Rosati” di Foggia e “Virgilio” di Vico del Gargano: i cinque autori, da gennaio a maggio, saranno ospiti degli istituti coinvolti. Inoltre, oltre a presentare i propri libri nello spazio live della libreria Ubik (partner della manifestazione), gli scrittori incontreranno anche i detenuti dell’istituto carcerario di Foggia, grazie alla riproposizione dell’iniziativa Lib(e)ri dentro a cura del CSV Foggia.

Ad aprire ufficialmente il giro di appuntamenti è il giovane autore Antonio Schiena con il suo romanzo Non contate su di me (Watson edizioni, 2016), coinvolto in una due-giorni tutta da seguire. Tra gli incontri, il 25 gennaio appuntamento previsto con il gruppo di lettura dei detenuti della Casa Circondariale di via delle Casermette.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com