';

Concorso vigili del fuoco: bando per 53 ispettori informatici

  • Chi è e cosa fa l’Ispettore Informatico del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
  • Bando aperto a diplomati in “Elettronica ed Elettrotecnica” e “Informatica e Telecomunicazioni”
  • I posti disponibili, i requisiti generali, le prove d’esame e l’istanza di partecipazione

È stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale il nuovo bando di concorso pubblico, per esami, per la selezione di 53 Ispettori informatici, da inserire nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.  

L’Ispettore Informatico svolge all’interno del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco funzioni di varia complessità in ambito tecnico-informatico. Si tratta di una figura specializzata in grado non solo di gestire le apparecchiature informatiche e le relative anomalie, ma anche di partecipare alla progettazione, sviluppo e verifica dei sistemi informativi e telematici e di occuparsi dell’installazione, controllo, manutenzione della strumentazione, degli impianti tecnici, delle reti, dei sistemi hardware, dello sviluppo software e della redazione di preventivi tecnico economici e dei relativi capitolati.

Requisiti di ammissione

Per partecipare al concorso ai candidati saranno richiesti i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • età non superiore ai 45 anni non compiuti;
  • idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio;
  • diplomadi istruzione secondaria di secondo grado, rilasciato da istituti tecnici, negli indirizzi “Elettronica ed Elettrotecnica” e “Informatica e Telecomunicazioni”;
  • possesso delle qualità morali e di condotta.

Non saranno ammessi alle prove coloro che:

  • siano stati espulsi dalle forze armate e dai corpi militarmente organizzati;
  • abbiano riportato sentenza irrevocabile di condanna per delitto non colposo,
  • siano stati sottoposti a misura di prevenzione, destituiti da pubblici uffici o dispensati dall’impiego presso una PA per persistente insufficiente rendimento o dichiarati decaduti da un impiego statale.

Posti a concorso

Le assunzioni saranno così ripartite:

  • un sesto dei posti al personale appartenente al ruolo degli operatori e degli assistenti;
  • il 10% dei posti al personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, che sia iscritto negli appositi elenchi da almeno sette anni ed abbia effettuato non meno di duecento giorni di servizio;
  • il 2% dei posti agli ufficiali delle forze armate che abbiano terminato senza demerito la ferma biennale;

In ogni caso dovranno essere rispettati i requisiti generali di ammissione previsti dall’art. 2 del bando.

Le prove d’esame

Se il numero delle domande presentate dovesse superare di dieci volte il numero dei posti messi a concorso, verrà effettuata una prova preselettiva (un quiz a risposta multipla sulle materie delle prove di esame).

La prova scritta consisterà nella stesura di un elaborato ovvero nella risposta sintetica a quesiti o nella soluzione di quesiti a risposta multipla e verterà sulle seguenti materie:

  • architettura e sviluppo di applicativi software;
  • architettura e sviluppo di reti di telecomunicazione;
  • gestione dei moderni sistemi di elaborazione dati;
  • paradigmi di sviluppo, verifica e rilascio di software;
  • utilizzo dei database management systems;
  • elementi su sistemi ed apparati di telecomunicazioni;
  • sicurezza informatica.

Saranno ammessi alla prova orale i candidati che avranno riportato nella prova scritta una votazione non inferiore a 21/30.

La prova orale si baserà sulle materie oggetto della prova scritta e sui seguenti argomenti:

  • elementi di diritto costituzionale e amministrativo;
  • informatizzazione della pubblica amministrazione, con particolare riferimento al codice dell’amministrazione digitale;
  • ordinamento del Ministero dell’interno, con particolare riferimento al Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, e ordinamento del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

La prova orale si intenderà superata se il candidato avrà ottenuto una votazione non inferiore a 21/30.

La comunicazione ufficiale della sede, della data, dell’ora e delle modalità dell’eventuale prova preselettiva o della prova scritta sarà inserita nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie Speciale Concorsi ed Esami – del 25 giugno 2021, nonché sul sito del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile.

Come partecipare

La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere inviata per via telematica esclusivamente attraverso il sito https://concorsionline.vigilfuoco.it, seguendo le istruzioni fornite dal portale entro il 27 maggio 2021.

Per poter inviare l’istanza di partecipazione i candidati dovranno essere muniti di un’identità SPID (Sistema pubblico d’identità digitale) e di una casella di posta certificata PEC.

IL BANDO


Dalla stessa categoria

Lascia un commento