Chiusa la parentesi nazionale l’ex leader di Italia dei Valori sottolinea la necessità di essere uniti per poter contrastare efficacemente il centrodestra alle prossime elezioni.

Sono pronto a candidarmi governatore in Molise con il centrosinistra unito”- così fa sapere Antonio di Pietro ex leader di Italia dei Valori in una intervista rilasciata a una emittente privata molisana, nelle scorse settimane.

Di Pietro, al momento considera momentaneamente chiusa la parentesi nazionale, ritenendo di essere più utile per la sua regione, in questo momento in cui non sembra esserci un punto fermo, di riferimento, per quanto riguarda il contesto regionale: “Da una parte il presidente uscente, Paolo Frattura, che vuole proporre la sua ricandidatura e l’attuale schema di alleanze tra Pd, il movimento civico dell’europarlamentare di Forza Italia Aldo Patriciello e Alleanza Popolare di Angelino Alfano; dall’altra l’Ulivo 2.0, raggruppamento nato di recente grazie al deputato Danilo Leva, affiancato dai dem confluito in Art1-Mdp, e dal senatore del Pd Roberto Ruta.

Di Pietro, appoggiato nella sua decisione dal Nuovo Ulivo, ha incontrato Frattura nei giorni scorsi per convincerlo ad accettare la candidatura in Parlamento, ma il presidente della Giunta, condividendo i piani della segreteria nazionale ha deciso di completare il percorso già avviato nel 2013.

Il fondatore di Italia dei Valori sottolinea la necessità di essere uniti poiché un percorso diviso da parte della coalizione potrebbe mettere il centrosinistra a rischio, in caso di centrodestra unito.