I rifiuti all’uranio nascosti in Salento

Shares

Il sostituto procuratore presso il tribunale di Lecce Antonio Negro ha disposto l’esecuzione di carotaggi in una zona di campagna in agro di Andrano (Lecce) per accertare l’esistenza nel sottosuolo di elementi radioattivi dopo che sono stati riscontrati livelli di presenza elevati in particolare di uranio.

L’accertamento, affidato ai carabinieri del Noe di Lecce, rientra nel progetto di monitoraggio denominato ‘Miapi’ (acronimo di ‘Monitoraggio e individuazione delle aree potenzialmente inquinate’) disposto dal ministero dell’Ambiente in quattro regioni del Sud – Puglia, Calabria, Campania e Sicilia – finalizzato a rilevare tutte le anomalie del terreno e quindi a individuare eventuali discariche di materiale pericoloso e nocivo.

Nel corso dell’attività di telerilevamento aereo e le successive verifiche a terra, alle quali hanno preso parte anche i tecnici dell’Arpa e del ministero dell’Ambiente, sono emerse misurazioni anomale di radioattività, in particolare uranio, superiori alla norma in un’area di alcuni ettari nella zona del cimitero di Andrano. Da qui la necessità di procedere con scavi per verificare se si tratti di un’anomalia legata alla conformazione naturale del terreno oppure ad altre cause.

Iwona Harezlak

Mi chiamo Iwona e sono laureata in Filologia polacca. Da 8 anni vivo in Italia di cui amo storia, usi e tradizioni. Nell'anno 2010 ho frequentato il corso di italiano con certificato rilasciato dall`Univerisità di Perugia. Sto collaborando con le scuole come mediatore culturale. Con aziende pubbliche e private come traduttore e con vari siti e portali editoriali come: Gosalute.it, Lookout.tv, Primapress.it. Sono Iscritta a Registro Pubblico dei Mediatori Culturali della Provincia di Foggia.

Comments (3)

  • Avatar

    uno normale

    17 Dicembre 2014 - 11:06

    Mhhh…. Rifiuti all’uranio nascosti al Sud?
    Leggendo l’articolo mi pare che la cosa sia ancora da verificare, o no?

    Rispondi
  • Avatar

    Ettore Margilio

    17 Dicembre 2014 - 11:34

    Nel Salento,lo si riscontra dalle statistiche medico/legali MOLTI ,MOLTI MA VERAMENTE MOLTI CASI di tumore a persone giovani ,di media eta’ ed anziani …..sara’ strano ma persone che stanno bene all’improvviso si ammalano e…purtroppo molto spesso ci lasciano la ….vita!!!!Sara’ ,saranno dei casi ma da cio’ che si legge, che leggo, dalla letteratura medica, dalle statstiiche medico/sanitarie non e’ normale….URANIO? E CHISSA’ QUANT’ALTRE PORCHERIE SARANNO SEPOLTE NEL SOTTOTERRA SALENTINO…..E SCOVIAMO CHI LO HA PERMESSO!!!

    Rispondi
  • Avatar

    mex silvio

    17 Dicembre 2014 - 18:05

    CHI HA INTASCATO I SOLDI PER SEPPELLIRE QUESTE SCORIE …E DA DOVE ARRIVANO , VISTO CHE IL NUCLEARE IN ITALIA NON C’E’ , E QUEL POCO DI RESTI RADIOATTIVI SONO STIVATI AL NORD. ..???

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top