Misure di sostegno, Visco: “Il ritiro sia graduale e mirato”

  • Il governatore della Banca d’Italia mette in guardia sui rischi dalla rimozione delle misure di sostegno
  • “Occorre pensare a come uscire dalla crisi con una capacità di generare crescita e reddito”
  • “Bisogna chiaramente accelerare a livello globale la campagna vaccinale”

“Nelle circostanze attuali ancora incerte” è necessario che “la maggior parte delle misure di supporto restino in vigore, il ritiro non è imminente, si intravedono rischi potenziali di instabilità legati alla rimozione. I ministri e i governatori hanno condiviso circa l’incertezza sull’evoluzione della pandemia e il recupero dei paesi”. Lo ha detto il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, nel corso della conferenza stampa a conclusione della seconda riunione dei ministri delle Finanze e dei governatori delle banche centrali del G20.

Minimizzare i rischi di instabilità finanziaria

Il ritiro delle misure di supporto “avverrà in maniera graduale e mirata per minimizzare i rischi di instabilità finanziaria”, ha aggiunto.

“Occorre pensare a come uscire dalla crisi con una capacità di generare crescita e reddito. Per farlo bisogna chiaramente accelerare a livello globale la campagna vaccinale. Con i vaccini – ha sottolineato – si può risolvere il problema di un’area o di una nazione, ma perchè si risolva completamente è necessario che la vaccinazione sia diffusa a livello globale e nel caso italiano a livello nazionale”.


Dalla stessa categoria