In queste settimane stiamo vedendo su Sky un’interessante serie tv dal titolo “The Miracle“. Firmata alla regia da Niccolò Ammaniti, Lucio Pellegrini e Francesco Munzi, la serie è un vero e proprio thriller prodotta da Wildside. Oltre a Guido Caprino e Alba Rohrwacher nel ruolo dei protagonisti troviamo anche Elena Lietti, bravissima attrice già nota al grande pubblico, oltre che a teatro anche cinema. Durante l’irruzione nel covo di un boss della ‘ndrangheta, viene ritrovata una statuetta di plastica della Madonna che piange sangue.  Al mistero non c’è risposta, ma la potenza di quell’enigma farà impazzire e deragliare le vite di tutti quelli che entreranno in contatto con questo evento.

Per quali motivi hai accettato di far parte di questo progetto di Sky?

Niccolò Ammaniti è uno tra i più grandi autori; l’ottima sceneggiatura è in parte scritta da lui. Il mio è un personaggio straordinario. Cast e registi sono unici.

Interpreti la moglie del Primo Ministro. Ci racconti un po’ di lei?

Si chiama Sole ed è molto cupa.. E’ una first lady non proprio tagliata a fare da spalla al marito; è molto spesso inappropriata. E’ in crisi matrimoniale.

Qual è il tuo rapporto con  la religione? E con i miracoli?

Sono nata e cresciuta in una famiglia cattolica. Sono aperta all’esistenza di una realtà trascendente.

Chi è Elena Lietti oggi?

Prima di tutto sono una mamma, poi una figlia, una compagna e un’attrice.

Com’è scoccata la scintilla per questo lavoro?

Amo il cinema da sempre, anche perché mia madre è una grande appassionata e mi ha sempre fatto vedere grandi pellicole cinematografiche.

Hai preso parte a “Il rosso e il blu” di Giuseppe Piccioni. Oggi quale credi sia il compito della scuola?

E’ un compito molto arduo; la tecnologia si sta appropriando delle nostre vite. Sono dell’idea che ci debba essere un rispetto reciproco tra docenti e genitori.

Hai partecipato anche a “La pazza gioia” di Paolo Virzì, nel film le due protagoniste sono alla ricerca della felicità. Cos’è per te la felicità?

Per me è stata per esempio la presentazione de “The Miracle”: lavorare con grande passione.

I tuoi prossimi progetti?

Sarò a teatro con “Un cuore di vetro in inverno” affiancando Filippo Timi che firma anche la regia.