Questo sito contribuisce alla audience di

“Il viaggio” in Molise vince al Social World Film Festival

Shares

Trecentotrenta film in concorso e fuori concorso e quarantotto nazioni partecipanti sono i numeri della Settima edizione del Social Film Festival Internazionale di Vico Equense che quest’anno dedica il premio alla carriera a Claudia Cardinale, icona di bellezza e di fascino recitativo.

Un Festival che già nel nome indica il suo incipit e le attività che svolge durante tutto l’anno con promozioni cinematografiche svolte in collaborazione con gli Istituti italiani di Cultura e con le Ambasciate in città quali Cannes, Parigi, Vienna, Berlino, New York, Los Angeles, Tokio, Barcellona, per indicarne alcune. Il Social Festival, che nasce dalla necessità di dare visibilità anche a film di qualità che spesso vengono preclusi dalle grandi diffusioni, ha lo sguardo puntato sulle tematiche sociali ad ampio raggio e quest’anno ha scelto il tema indicativo di “Magia superstizioni paesaggi”.

Nella sezione Focus occhio al sud, sezione competitiva dedicata ai film realizzati nel Sud Italia si è aggiudicato il primo posto il film “Il viaggio” (ex aequo).  Il viaggio è il primo film completamente girato in Molise, con ideazione del soggetto di Maurizio Santilli, interprete di uno dei cinque personaggi che danno vita e anima a un lavoro che per la regia di Alfredo Arciero, la sceneggiatura di Alessio Billi e di Arciero  e la produzione della INCAS Film di Roberto Faccenda si è posto  all’attenzione della Giuria per temi, che scandagliano la vita in una sorta di maieutica dei sentimenti e dei valori ineludibili, per storie personali che sono le storie stesse dell’uomo in ogni dove,  per suggestioni emotive e paesaggi molisani di sorprendente bellezza, quelli che fiancheggiano lo storico tratto ferroviario della Carpinone- Sulmona.

Proprio su un treno si incontrano i cinque personaggi del film: l’imprenditore fallito, l’enologo in crisi, il politico in bilico tra corruzione e rivalsa personale, l’attrice che ritorna agli affetti della famiglia di origine, la giovane professoressa alla ricerca di una purezza di sentimenti. Nello svolgersi fisico e ideale del viaggio, tra soste, partenze, incontri e arrivi, ri-trovano il senso delle loro esistenze. Se cinque sono i protagonisti se ne può aggiungere un altro, la natura stessa che intreccia la sua costante presenza con le vite delle persone e indica una possibile scelta di autenticità, di interiore bellezza e di forza. Il cast degli attori (da Maurizio Santilli – a cui va il merito della costante attenzione a che dal corto, realizzato circa cinque anni fa, si potesse poi arrivare al film – a Daniela Terreri, Fabio Ferrari, Danila Stalteri, Marco Caldoro, Gaetano Amato, Angelo Orlando, Sergio Sivori, Palma Spina, Diego Florio, Barbara Petti, Angela Pepi – con importanti esperienze in film, teatro e serie TV), la saggia regia di Alfredo Arciero, il paesaggio molisano, i dialoghi stessi e tutto ciò che necessita per la realizzazione di un film, hanno contribuito a dare al lavoro il senso della qualità e del valore.

Maria Stella Rossi

Giornalista e scrittrice con attenzione costante per la storia, i saperi della tradizione e quelli artistici della sua regione, il Molise, nella quale ha scelto di restare, vive in un borgo, Cerro al Volturno, paese a ridosso del Volturno, con castello turrito del XV sec. Autrice di volumi dal carattere storico-artistico quali Il Tombolo nel cuore di Isernia, libro che traccia attraverso l’oralità e le memorie locali la storia di un’arte manuale arrivata ad Isernia nel XV secolo; Le benedettine di San Vincenzo al Volturno( incentrato sulle figure umane, spirituali e culturali delle monache benedettine americane che hanno rifondato il cenobio dell’VIII sec.); Fornelli tra storia e tradizione; Parole canzoni preghiere ed altro in dialetto fornellese con cd di antichi canti e preghiere di fine Ottocento; ha contribuito alla scrittura delle guide turistico- culturali: Scapoli e il Museo della zampogna; Agnone e l’Alto Molise; Il tombolo di Isernia, una suggestione dal passato. Ha realizzato ( in collaborazione ) il Museo civico del Tombolo di Isernia; ha pubblicato la raccolta di racconti Guasti, il volume Alla corte di Valentino ( con Sebastiano Di Rienzo, sarto del noto stilista); scrive per la rivista D’Abruzzo, periodico di turismo- cultura- ambiente, per la rivista Il Ponte Italo-americano che si pubblica negli USA, per il giornale Il Quotidiano del Molise, per i magazine CriticArt e Enneti notizie teatrali e di cultura, per i giornali on line ecodelmolise, gambatesaweb, colibrimagazine, altosannio, teleaesse. Ha vinto il premio speciale di Giornalismo culturale nel 2004. Si interessa di critica d’arte e di cura di cataloghi d’arte. E’ stata nominata dalla Rete Italiana di Cultura popolare ( Torino), Cercatore di Tracce; è ideatrice, organizzatrice e promotrice di convegni, presentazioni e del premio letterario nazionale ( in collaborazione) L’Iguana- Castello di Prata Sannita –CE; ha ideato e realizzato dvd dal carattere artistico; componente di associazioni culturali per la valorizzazione e la diffusione della cultura locale e nazionale.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top