Le cantautrici italiane protagoniste nella nuova edizione del Premio Bianca d’Aponte

Shares

Il 23 e 24 ottobre, ad Aversa, le luci saranno puntate sulle cantautrici italiane con la finale del Premio Bianca d’Aponte giunto alla 16^ edizione.

Come ogni anno, le finaliste provenienti da tutta Italia, si contenderanno delle possibilità molto importanti per chi fa musica e, nella maggior parte dei casi, si autoproduce.

Sul palco

Le protagoniste di quest’anno saranno BamBi da Napoli, Simona Boo da Termoli (Campobasso), Ebbanesis da Napoli, Lamante da Piovene Rocchette (Vicenza), La Zero da Piano di Sorrento (Napoli), Lucrezia da Bologna, Miglio da Brescia, Elena Romano da Firenze, Sara Romano da Monreale (Palermo), Veronica da Aversa (Caserta), Chiara White da Firenze.

Ad aprire entrambe le serate ci sarà la leccese Cristiana Verardo, vincitrice nel 2019 del concorso.

Cristiana Verardo, classe ’90, ha esordito nel 2017 con l’album  “La mia voce”, pubblicato dall’etichetta salentina discografica Workin’ Label nota per aver pubblicato anche i lavori discografici della cantautrice e direttrice d’orchestra Carolina Bubbico.

Le finali ai tempi del Covid

Le serate finali del Premio intitolato Bianca d’Aponte, cantautrice prematuramente scomparsa nel 2003 si terranno al Teatro Metropolitan di Aversa ed avrà come partner ufficiale Rai Radio 1.

Ovviamente, a causa della pandemia che continua a schiacciare il mondo della cultura, le serate si svolgeranno solo con la presenza di pubblico interno all’organizzazione del Premio (giuria, ospiti e soci) ed è quindi, mai come quest’anno che la possibilità di ascoltare la bellezza della musica al femminile arriverà dal fascino della radio grazie a “mamma Rai”.

Inoltre la città di Aversa riconoscerà alla Nuova Compagnia di Canto Popolare un Premio alla carriera.

Due giorni ricchi di appuntamenti.

Già da giovedì 22 ottobre con il tradizionale workshop (riservato alle sole finaliste e a un numero ridotto di uditori) su “La qualità della scrittura – testi e musica” con Giuseppe Anastasi e Giuseppe Barbera. Il workshop è previsto dalle 10 alle 17.00 nella sala conferenze dell’Hotel del Sole.

Sabato ci sarà una mattinata fitta di appuntamenti nel Teatro Metropolitan, tutti riservati ai giurati e ad un numero ridotto di uditori. Alle 10 si comincerà con una tavola rotonda su “La melodia nella canzone d’autore 2.0”, condotta da Michele Monina e con relatori Mariella Nava, Kaballà, Carlo Marrale, Ferruccio Spinetti e Roberto Trinci; a seguire un incontro con le undici finaliste e, a chiudere, uno sui “Diritti connessi” tenuto da un rappresentante del Nuovo Imaie.

Salvatore Imperio

Salvatore Imperio, nato a Foggia il 14 Luglio 1982, appassionato di musica, Digital Journalism e social media. Blogger, fonda il sito di informazione dedicato esclusivamente alla musica indipendente “MIE Musica Italiana Emergente” in cui, insieme ad altri appassionati e ricercatori di musica, si occupa di raccontare e informare del vero fermento che la musica italiana sta vivendo. “La musica mi ha già salvato più di una volta e io non posso che raccontarla alla gente” questa è la visione che Salvatore Imperio ha in mente perché “non si può vivere di tormentoni e canzoni che non dicono niente”. Diplomato in Informatica, è iscritto al corso “Culture digitali e della comunicazione” del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II di Napoli.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top