Questo sito contribuisce
alla audience di

Antonio Menna

Antonio Menna è nato a Potenza ma vive a Napoli da bambino. Laureato in Scienze politiche, ha cominciato a collaborare con i giornali a 18 anni e non ha più smesso. E' iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 1991. Collaboratore del quotidiano Il Mattino, suoi articoli sono apparsi su testate nazionali e locali, tra cui Il Manifesto, Liberazione, la Tribuna, i settimanali Vita e Avvenimenti, il mensile La Voce della Campania, il sito web Fanpage. Si occupa anche di uffici stampa, social media e comunicazione sul web. Nel 2007 ha pubblicato il suo primo romanzo, Cocaina & Cioccolato (Cicorivolta edizioni), seguito nel 2009 da Baciami molto (Cicorivolta edizioni), nel 2012 da Se Steve Jobs fosse nato a Napoli (Sperling & Kupfer), nel 2013 da Tre terroni a zonzo (Sperling & Kupfer). Ha vinto il premio letterario Elsa Morante – Nisida, nel 2012, e il premio giornalistico Francesco Landolfo, nel 2013. Ha un blog molto seguito (www.antoniomenna.com).

La fiction #Gomorra paga il pizzo alla vera #camorra. Quando la realtà strappa la quinta e si prende la scena

Il fatto è questo: la celebratissima e amata serie Tv intitolata Gomorra e ispirata al bestseller di Roberto Saviano, per

Povera #Napoli, ricchissima di storia ma umiliata nella #cultura

Vedo che a Napoli oggi si parla molto di Giletti. Io a malapena so chi sia. Peggio per voi che

Che tristezza la polemica di #StefanoBenni

Posso dire che Stefano Benni che rifiuta il premio De Sica perché viene consegnato da Franceschini, "ministro di un governo

Gli abitanti della Sanità hanno detto no alla camorra. Veramente?

Ha detto de Magistris che Saviano racconta solo le cose che non vanno e non fa mai un articolo sulle

L’#aiuto è una cosa seria, non la #lacrima di un giorno

Non sono mai contrario a mostrare immagini forti. Non sono mai contrario alla cruda verità. Ma l'immagine del bambino che

Mi #manca tutto quello che non ho mai voluto #fare

Ragazzi che tornano all'alba dalla spiaggia. Festa tutta la notte. Chitarre, birra e falò di Ferragosto. Li guardo con nostalgia

La #libreria popolare del #Vomero

C’è a Napoli un tessuto vivo sul fronte culturale; un nucleo attivo che si organizza, struttura, inventa, chiama a raccolta.

#Napoli la città ingovernabile che spaventa gli #investitori privati

Quello che avevo da dire sull'ignobile gazzarra in piazza Municipio alla trasmissione di Riotta l'ho già scritto. Mi colpisce, però,

Il sogno del #sindaco di #Bacoli: “il #cambiamento si fa insieme”

A me questo ragazzo che a 28 anni,Josi Della Ragione, diventa sindaco della sua città e si tiene i capelli

Chi tocca l’#Italia della ruggine muore

Renzi è alla frutta. E' durato appena un anno. L'Italia lo ha già masticato. Si prepara a ingoiarlo. Molti fanno

Per i #potenti il #male non esiste se non ne parli

Una delle prime cose che ha detto De Luca dopo la vittoria è stata: "basta raccontare sempre cose negative sulla

I 30 mila #bambini dimenticati di #Napoli, il futuro dei clan

30mila bambini poveri per le strade di Napoli. Mentre la politica si dimena a caccia di voti su temi dell'irrealtà,

A #Napoli si inaugura una stazione che non apre

Giorno di festa a Napoli. Si inaugura la stazione della metropolitana di piazza Municipio. Si taglia il nastro. Ma poi

A #Potenza ho imparato a camminare nella neve

Potenza è la città in cui sono nato, troppi anni fa, da genitori napoletani che non hanno mai smesso di

Il ministro in bicicletta senza fotografi

In via del Tritone a Roma ho incrociato il Ministro Delrio che, in giacca e con la cravatta di traverso, arrancava

Quando si spara ai #quartierispagnoli nessuno si affaccia alla finestra

Poco fa ai Quartieri Spagnoli, a due vicoli dal mio, hanno sparato a due uomini. Uno è morto. Un altro

Ho imparato che quasi mai è colpa di chi è più debole

Passo molto tempo su autobus e treni. Non sento parlare d'altro che degli stranieri che rubano e ci tolgono il

Quelle labbra tumefatte sullo sfondo del teatro San Carlo

Tv a via Chiaia, a Napoli. Giornalista con labbra tumefatte intervista giovane donna con labbra tumefatte. Sullo sfondo il San

Ogni volta spero che l’Italia mi regali una svolta

Nientemeno, ho sognato Mattarella che mi diceva sono un brava persona, perchè ce l'hai con me? No, presidente, mica ce

La mia Napoli a Capodanno

Volevo scrivere una cosa su Napoli piena di turisti e ingessata da capo a piedi, da Palazzo reale al San

Top