Questo sito contribuisce alla audience di

Francesco Paolucci

Francesco Paolucci è nato il 26 gennaio 1982 ed è un giornalista professionista e videomaker. Ha conseguito una laurea magistrale a Teramo con una tesi sul regista americano David Lynch. Ha frequentato la scuola di giornalismo della stessa università. Co-autore del blog satirico www.diceche.com ha raccontato il post terremoto dell’Aquila ora in chiave ironica, ora in chiave documentaristica con reportage rivolti soprattutto al mondo del web. Autore del documentario “Riprendiamoci”, le storie dopo il terremoto dell’Aquila di un gruppo di ragazzi nelle tendopoli. Il documentario è stato presentato in prima visione al Venice Film Meeting nell’ambito della 66^ Mostra d’arte cinematografica di Venezia. Ha collaborato come giornalista per l’Ansa e altri siti di informazione e diversi reportage sono stati pubblicati su testate nazionali come Repubblica, L’Unità e Radio Rai 3. Attualmente sta lavorando alla realizzazione di un lungometraggio di finzione che ha la finalità di raccontare dall’interno la storia della città dell’Aquila dopo il terremoto del 6 aprile 2009

I colori del #Carnevale de #L’Aquila nel centro storico

Trampolieri, mangiafuoco e clown per le vie del centro storico dell'Aquila dove sono ancora evidenti i segni del terremoto del

Vi voglio far vedere un’impresa straordinaria

“All'interno di una comunità di disabili si decide di mettere in scena il Don Chisciotte di Cervantes. A guidare l'impresa tre

L’Aquila, la città sospesa. E dove la bellezza è stata uccisa

"Qui siedo in attesa - in attesa? Ma di nulla, / al di là del bene e del male, e

Il parco giochi fai-da-te nel piccolo borgo terremotato

Sono passati quasi cinque anni dal terremoto del 6 aprile 2009 e l'Aquila e il suo territorio, giornalmente, affrontano i

Terremoto L'Aquila

Ho fatto un sogno, L’Aquila c’era ancora

Buttati fuori casa una notte di ormai quattro anni fa. Case vuote, tendopoli blu, elicotteri sulla testa tutto il giorno,

Rugby

Il rugby all’Aquila è lo sport simbolo di una città che vuole rinascere

Con un pallone da rugby tra le mani, un bambino impara a crescere e a diventare adulto e un adulto

contrasti aquilani

L’Aquila e l’estetica della distruzione del provvisorio

Se si guarda L’Aquila, illuminata dal sole, un po’ dall’alto e da lontano, sembra una città come tutte le altre

Aquila

Raccontare L’Aquila terremotata, guarda il cortometraggio

Quindici partecipanti, tre giorni, venti ore, un' opera realizzata. Si chiama "Piazze" ed è il risultato di un Workshop creativo

Rugby

Vi spiego la filosofia del rugby

Il rugby come anomalia ed eccezione rispetto al calcio, il rapporto tra la psicologia e lo sport, la cultura, il

Nuovo Cinema Paradiso

Il proiezionista per sempre di Paganica

L'odore delle serate d'agosto nelle piazze delle città. Il rumore della pellicola che corre negli ingranaggi del proiettore e che

Antropologo tedesco: “Ho vissuto un anno nella città del terremoto”

Sembra un personaggio di un film di Tim Burton. Un gigante dai modi delicati e sempre solare che entra in

L’Aquila – La città abbandonata

L'Aquila - La città, abbandonata, silenziosa e deserta da anni ormai, prende voce e manda rarefatti messaggi a chi ancora

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top