';

Aree portuali, in arrivo 74 milioni per il Sud

  • Pubblicate le graduatorie definitive Asse A e D del PAC “Infrastrutture e Reti” 14/20
  • Finanziati la digitalizzazione della logistica e i progetti di “Green Ports”
  • La dotazione finanziaria complessiva della misura è di 670milioni di euro

Sono circa 74 i milioni in arrivo per le Aree Portuali del Sud Italia per la realizzazione di interventi per la trasformazione in “Green Ports” e per lo sviluppo di soluzioni digitali per la logistica a sostegno del trasporto integrato e intermodale e della gestione dei flussi di persone e merci.

Il 14 aprile 2021 il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile ha pubblicato le graduatorie definitive Asse A (Digitalizzazione della Logistica) e Asse D (Green Ports) del Programma di Azione e Coesione (PAC) “Infrastrutture e Reti” 2014-2020.

I fondi destinati ai progetti ammessi al finanziamento sono solo il 30% dei 250 milioni messi a disposizione per le due linee di intervento, 70 milioni per l’Asse A e 180 milioni per l’Asse D.

Il PAC si pone come obiettivo il sostegno della sostenibilità ambientale delle aree portuali delle regioni del Sud (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), il miglioramento dell’accessibilità di aree a vocazione turistica e l’efficientamento della logistica integrata grazie all’utilizzo di soluzioni ad alto contenuto tecnologico.

La dotazione finanziaria complessiva del Programma di Azione Coesione è di 670 milioni di euro e sei sono gli Assi Tematici di intervento: Digitalizzazione della logistica (A), Recupero waterfront (B), Accessibilità turistica (C), Green Ports (D), Progetti infrastrutturali ferroviari e portuali (E), Capacità istituzionale e supporto per l’attuazione (F).

Ambiti di intervento finanziati

Tredici in tutto i progetti ritenuti ammissibili dal Ministero a valere sulle diverse linee di azione definite nell’ambito dei due Assi tematici di intervento.

Le due graduatorie pubblicate riguardano l’Asse A che finanzia gli interventi di “Digitalizzazione della Logistica” e l’Asse D “Green Ports” del Programma di Azione e Coesione.

I progetti per l’Asse A – Digitalizzazione della Logistica

Sono 4, per circa 21,5 milioni di euro, gli interventi finanziati dal Ministero per i progetti dell’Asse Tematico “Digitalizzazione della Logistica” e puntano a favorire la mobilità sostenibile e competitiva di persone e merci, a garantire la sicurezza degli approvvigionamenti energetici e la sicurezza dei trasporti grazie all’utilizzo di tecnologie digitali avanzate:

  • Ecosistema Digitale “Smart Port” dell’Autorità portuale Mare Sicilia Orientale (5.221.123,88 euro),
  • Evoluzione della piattaforma GAIA dell’AdSP del Mare Adriatico Meridionale a supporto dell’interoperabilità con il sistema logistico regionale, nazionale e globale proposto dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale di Bari (4.700.000 euro),
  • Realizzazione di un Sistema di Monitoraggio degli accessi attraverso varchi integrati nelle Aree Portuali dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale (5.570.000 euro),
  • Progetto Taranto Digital Port dell’Autorità di Sistema Portuale del Mario Ionio di Taranto (6.185.849,46 euro).

I progetti per l’Asse D – Green Ports

Sono invece 9, per un totale di 52 milioni, gli interventi finanziati dal Ministero per l’asse “Green Ports”, che mirano al risparmio e all’efficientamento energetico, alla produzione di energia da fonti rinnovabili, alla mobilità sostenibile e al monitoraggio ambientale nelle aree portuali:

  • Realizzazione progetto Green Campania Ports presentato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale di Napoli (4.213.960,38 euro),
  • Interventi di riduzione die consumi energetici legati alle attività portuali e di approvvigionamento da fonti rinnovabili nel Porto delle grazie di Roccella Jonica (4.395.000 euro),
  • Lavori per la realizzazione dei Sistemi di Cold Ironing nei porti di Bari e Brindisi presentato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Meridionale di Bari (25.661.024 euro),
  • Costruzione di un impianto fotovoltaico integrato nella pista ciclo pedonale del Porto Commerciale di Molfetta (2.100.000 euro),
  • Realizzazione impianti fotovoltaici su pensiline ombreggianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili nelle aree di parcheggio nei porti di Augusta e Catania (2.023.000 euro),
  • Acquisto di 50 autovetture a trazione elettrica e 50 colonnine per la ricarica delle vetture nelle aree portuali di divere regioni (2.300.000 euro),
  • Acquisto di autobus a bassa emissione per il collegamento tra il porto e il parcheggio Egadi del Comune di Trapani (2.600.000 euro),
  • Monitoraggio ambientale integrato dell’area portuale di Taranto (8.865.312,29 euro),
  • Realizzazione progetto Calagreen presentato dalla Camera di Commercio di Crotone (980.000 euro).

Dalla stessa categoria

Lascia un commento