';

Italia in zona rossa: cosa si può fare a Pasqua e a Pasquetta

  • Misure rigide per Pasqua e Pasquetta
  • Limiti agli spostamenti e chiusure in tutta Italia
  • Si può andare nelle seconde case ma non ovunque

Zona rossa per tutta l’Italia oggi e domani, Pasqua e Pasquetta, ci saranno misure rigide per limitare i contatti e quindi il contagio da coronavirus: niente scampagnate e tavolate, ristoranti aperti solo per l’asporto, visite a parenti e amici limitate. Per spostarsi in alcuni casi servirà l’autocertificazione (clicca qui per scaricarla). Ecco nel dettaglio le restrizioni.

Limiti agli spostamenti

Non ci si può spostare tra le regioni e gli spostamenti tra i comuni sono ammesse solo per andare a trovare una volta al giorno amici e parenti ma per un massimo di due persone (più i minori di 14). Sono sempre possibili fli spostamenti per lavoro, salute e comprovate esigenze. Si può andare al supermercato, al panificio, in farmacia, a messa (domani, perché il Sabato santo non si celebra la messa), tabacchi, edicole. Ci si potrà spostare dalla regione di residenza solo per motivi di lavoro, di salute o per urgenze e in questo caso serve l’autocertificazione.

Visite a parenti e amici

Le visite a parenti e amici sono possibili con la seguente regola: solo una volta al giorno, tra le 5 e le 22, restando all’interno della stessa Regione. Le visite private, a parenti e amici, sono possibili per un massimo di due persone che potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone con disabilità o non autosufficienti conviventi.

Le regole per andare nelle seconde case

Sono ammessi gli spostamenti verso le seconde case anche se in alcune regioni sono vietati anche questi. Nella seconda casa può andare solo il nucleo convivente e soltanto se l’abitazione di destinazione è vuota, non si può andare con amici e parenti e la seconda casa deve essere di proprietà o bisogna avere un contratto di affitto (stipulato prima del 14 gennaio 2021). Non si può andare nella seconda casa con amici e parenti. In Piemonte, Toscana, Valle d’Aosta e Alto Adige è voetato l’ingresso dei non residenti in regione. La Campania ha vietato gli spostamenti anche ai residenti. La Liguria ha stabilito che i residenti non possono raggiungere le seconde case e nemmeno le barche. In Sardegna e Sicilia si può entrare motivando e effettuando un tampone che deve risultare negativo. Inoltre, in Sicilia, nei 35 comuni dove è istituita la zona rossa non è ammesso lo spostamento in entrata e in uscita sia per le seconde case che visite a parenti e amici.

Bar e ristoranti chiusi ma consentiti asporto e domicilio

Bar e ristoranti saranno chiusi per tre giorni ma è ammesso il domicilio entro le 22 e l’asporto (ma per i codici Ateco 56.3 che non hanno cucina l’asporto è limitato entro le 18).

Sport sì, scampagnate no

Le scampagnate di Pasquetta sono vietate, lo sport si può fare dalle solo nel territorio del proprio comune, dalle 5 alle 22, in forma individuale e all’aperto, mantenendo la distanza interpersonale di due metri.

Il coprifuoco resterà invariato tra le 22 e le 5, salvo motivi di lavoro, di salute o urgenze, da giustificare con l’autocertificazione.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento