';

Un “ecosistema” per connettere giovani talenti del Mezzogiorno e imprese

  • Le aziende cercano programmatori, sistemisti, esperti di cloud e di nuove tecnologie
  • E’ rivolto a giovani disoccupati di Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia
  • Iscrizioni fino a settembre 2021

Da un lato ci sono le imprese e la richiesta sempre più pressante di poter contare su tecnici preparati e collaboratori specializzati nelle nuove tecnologie. Dall’altro lato ci sono i giovani che non lavorano, non studiano e non frequentano percorsi di formazione professionale. Per raccogliere le esigenze degli imprenditori e per favorire l’ingresso in azienda ai Neet, un pool di enti di formazione e agenzie per il lavoro ha dato vita a “Competence Hub for Digital Innovation”.

Target: giovani tra i 18 e i 29 anni del Sud

Il progetto è nato da un’idea di Ifoa, Istituto Formazione Operatori Aziendali, con esperienza pluriennale nella formazione volta all’inserimento e re-inserimento delle persone nel mondo del lavoro. “Corsi post diploma, master, corsi post laurea, corsi Ifts e Its, percorsi Executive rivolti a chi ha già un lavoro sono i pilastri dell’offerta del nostro Ente”, spiega Umberto Lonardoni, Direttore Generale di Ifoa, che continua “Competence Hub for Digital Innovation, in particolare, nasce in risposta all’avviso di Anpal, l’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro (Competenze ICT per i giovani del Mezzogiorno – PON Iniziativa Occupazione Giovani IOG Garanzia Giovani – ndr) e si rivolge a giovani tra i 18 e i 29 anni del Sud Italia”.

Intercettare nuovi talenti

“Vogliamo promuovere l’intraprendenza di giovani dinamici e ben formati, sostenendo la nascita e il consolidamento di un vero e proprio ecosistema dell’innovazione”, aggiunge Lonardoni. “Il Competence Hub for Digital Innovation, infatti, non è un semplice contenitore di corsi e di lezioni, sebbene grazie ai nostri docenti e ai nostri formatori siamo in grado di assicurare percorsi formativi altamente qualificanti e di trasferire ai partecipanti competenze molto specifiche in ambito digitale. Attraverso l’hub i giovani possono entrare in connessione diretta con aziende alla ricerca di programmatori, sistemisti, esperti di cloud e di nuove tecnologie. Al tempo stesso gli imprenditori hanno la garanzia di poter intercettare nuovi talenti sui quali far leva per poter rafforzare e rendere ancor più competitive le proprie imprese”.

Attraverso l’hub i giovani possono entrare in connessione diretta con aziende alla ricerca di programmatori, sistemisti, esperti di cloud e di nuove tecnologie

Il Competence Hub for Digital Innovation offre un percorso suddiviso in tre fasi. La prima fase è strutturata in 200 ore di formazione. Entro dieci giorni dal termine delle attività in aula parte la seconda fase del progetto, che consiste in un tirocinio formativo della durata di tre mesi. La terza fase prevede l’inserimento lavorativo dei partecipanti, entro 30 giorni dal termine del tirocinio stesso. È prevista un’indennità mensile di 500 euro e il rimborso delle spese di permanenza fuori regione, il tutto per incentivare e agevolare gli spostamenti dei partecipanti, qualora necessari, su tutto il territorio nazionale. Il progetto si avvale inoltre della collaborazione della Cooperativa Servizi e Formazione di Catanzaro e dell’esperienza e della professionalità di Randstad Italia che si occuperà degli stage e del placement di fine corso e, grazie a Randstad HR Solutions, anche della realizzazione di sei interventi formativi.

Dichiara Arnaldo Carignano, Responsabile Career Transition e Learning di Randstad HR Solutions: “In un momento dove la formazione è al centro dell’interesse nazionale, siamo lieti di aderire a questo progetto che sottolinea sempre di più il nostro impegno in questo senso; e la nostra responsabilità, in quanto operatori del settore, nel favorire l’incontro fra domanda e offerta riducendo quel gap di competenze che rappresenta un freno al nostro sistema lavoro. Siamo anche particolarmente orgogliosi di poter sostenere un territorio ricco di valori e talenti che meritano un’occasione in più per potersi esprimere”.

Percorsi interamente gratuiti

I giovani – attualmente disoccupati e residenti in Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia – possono iscriversi fino a settembre 2021 scegliendo uno dei percorsi, interamente gratuiti, che si svolgeranno in modalità a distanza.

Giuseppe Tallini, Legale Rappresentante della Cooperativa Servizi e Formazione di Catanzaro, evidenzia poi: “In una regione quale la Calabria, che risulta essere tra le più cablate d’Italia, urge l’avvio di processi formativi volti a qualificare tecnici esperti e preparati per far fronte alla crescente domanda di personale qualificato nel settore ICT con particolare attenzione alle tecnologie della piattaforma Microsoft.Net e Java (fonte Sole 24Ore mercoledì 14 Ottobre 2020)”. E aggiunge: “In un contesto globale, caratterizzato da digitalizzazione e continua trasformazione, il mercato del lavoro evidenzia dei trend in cui le nuove generazioni e le nuove tecnologie sono dei fattori determinanti rispetto alla ridefinizione dei modelli di business e della forza-lavoro futura. Colmare il divario digitale diventa non solo un obiettivo di politica industriale, ma rappresenta uno strumento di inclusione sociale di primaria importanza per lo sviluppo armonico del paese, il tutto in linea con quanto innestato da Ifoa, in partenariato con Randstad, attraverso il progetto in questione”.

Ecco come saranno i percorsi proposti

Per quanto riguarda le classi organizzate da Ifoa: nel corso per “Programmatore Java/.net” vengono affrontati i principali aspetti legati alla realizzazione di applicazioni Web attraverso l’uso degli ambienti di sviluppo software più utilizzati dalle aziende del settore. Durante il corso per “Programmatore Apab” si approfondiscono i principali aspetti legati alla comprensione e alla gestione dei processi aziendali (dalla contabilità alla produzione, dal magazzino alle vendite). Il corso “Programmatore Java” è consigliato a chi vuole perfezionarsi sulla progettazione software, sulla

creazione di interfacce grafiche e sulla scrittura del codice corretto. Durante il corso per “Consulente e project manager LM” vengono affrontati i principali aspetti legati alla comprensione e alla gestione dei processi aziendali (dalla contabilità alla produzione, dal magazzino alle vendite), alla progettazione dell’architettura generale, alla gestione di transazioni e alla produzione di reportistica. Il corso per “Consulente ERP” affrontata i principali aspetti legati all’analisi dei processi aziendali, alla selezione del software, all’analisi dei costi/benefici, al Project Management e all’implementazione di un sistema gestionale Enterprise Resource Planning in grado di soddisfare le richieste del committente finale.

Per quanto riguarda le classi organizzate Randstad: nei due corsi per “Sviluppatore Net” l’obiettivo è incrementare le competenze tecnico specialistiche nell’ambito della programmazione e dello sviluppo di applicazioni Web/Desktop in Microsoft.NET. Nel corso di “Specialista reti aziendali” l’obiettivo è sviluppare le competenze tecnico specialistiche nell’ambito della progettazione, implementazione e manutenzione di reti di dati, assicurare l’allineamento della rete, incluse le infrastrutture di telecomunicazione e/o dei computer, per soddisfare le esigenze di comunicazione dell’azienda. Nei due corsi di “Programmatore Java” si svilupperanno le competenze tecnico specialistiche nell’ambito della programmazione e dello sviluppo di applicazioni Web in Oracle JAVA; mentre nel corso di “Web Developer” l’obiettivo sarà incrementare le competenze tecnico specialistiche nell’ambito della programmazione e dello sviluppo Web.

Per iscrizioni: Competence Hub for Digital Innovation


Dalla stessa categoria

Lascia un commento