Questo sito contribuisce alla audience di

Asante calcio, la squadra di migranti per rivivere ‘Notti magiche’ di speranza

Shares
La squadra di migranti 'sante' nata a Palermo

Quando Totò Schillaci trascinava una nazione con i suoi gol e gli occhi spiritati nelle ‘Notti magiche’ di Italia ’90, loro non erano ancora nati. Perché hanno tutti meno di 18 anni i calciatori dell’Asante, la squadra formata interamente da minori stranieri non accompagnati, ospiti a Palermo dei centri Azad ed Elom gestiti dall’Asante onlus.

La formazione, composta da venti giocatori, militerà nel campionato di Terza categoria, guidata dall’allenatore Giuseppe Leone. Tre allenamenti a settimana, da svolgere al campo della Fincantieri. La domenica, invece, nelle gare casalinghe giocherà al ‘Ribolla’, il centro sportivo realizzato e gestito da colui che è già diventato un testimonial d’eccezione: proprio quel Totò Schillaci, nominato direttore dei servizi di comunicazione con il compito di promuovere l’immagine della squadra.

Darà consigli tecnici, ma non solo. Perché anche a lui, il calcio, ha cambiato (in meglio) la vita. E lo stesso si augura possa accadere alla ventina di ragazzi provenienti da vari Paesi come Gambia, Costa d’Avorio e Nigeria. E non mancherà la ribalta mediatica, assicurata da costanti collegamenti con la trasmissione ‘Quelli che il calcio’.

Una squadra, certo. Ma soprattutto un modello di integrazione e speranza, per chi come loro ha dovuto affrontare – da giovanissimi – i cosiddetti ‘viaggi della speranza’. Ora, però, qualcosa sta cambiando e per qualche ora al giorno, l’unico confine sarà quello delimitato dalle linee di un campo di calcio.

Dario Ciraci

Pugliese, consulente di Web Marketing, Blogger e fondatore dell'agenzia Webinfermento.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top