Così il docufilm sulla mala-università a Catania ha conquistato la critica

Shares

35 minuti in seconda serata, per raccontare al grande pubblico della TV l’odissea dei giovani ricercatori nella facoltà di Farmacia dell’Università di Catania alle prese con il “laboratorio dei veleni”: il film di Costanza QuatriglioCon il fiato sospeso” è andato in onda martedì sera su Rai Tre subito dopo “Ballarò”, anticipato da un intenso passaparola sui social media, specie su twitter attraverso l’hashtag #conilfiatosospeso.

Una prima visione impensabile fino a qualche anno fa, che porta in televisione una storia giudiziaria ancora aperta sulla quale la Magistratura sta facendo luce.

Francesca Marchese Emanuele la sua facoltà Resto al SudIl film, infatti, è inspirato dall’amara denuncia di inquinamento ambientale fatta nel 2003 dal ricercatore etneo Emanuele Patanè, poi morto di tumore al polmone: sul proprio diario, il giovane ha raccontato l’esperienza all’interno del laboratorio universitario catanese ed il proprio calvario di malattia e speranze tradite.

Un tema interpretato dalla regista siciliana con note di toccante realismo.

Il film è stato proiettato al Festival del Cinema di Venezia, ha vinto il premio Pontecorvo ed è stato applaudito anche all’estero (al “Festival de Cine italiano de Madrid”: http://www.festivaldecineitalianodemadrid.com/it/pelicula/con-il-fiato-sospeso ).

Nel 2009 anche il premio giornalistico televisivo “Ilaria Alpi” ha dato risalto nazionale alla vicenda includendo tra i finalisti della sezione Giovani il mio SpecialeEmanuele: la sua Facoltà” (http://www.youtube.com/watch?v=dC9HZRTHdr0).

Il video è stato realizzato e mandato in onda da Prima Linea Tg dell’emittente siciliana Telecolor, e dà voce ad Emanuele attraverso il racconto di suo padre Alfredo.

Le riprese sono di Rosario Alighieri, la voce recitante è del collega Antonio Iacona.

Francesca Marchese

E' una giornalista professionista freelance. Vive e lavora a Londra, dove si occupa di progetti di comunicazione per aziende ed enti culturali. A Catania ha scritto di cronaca per l'agenzie di stampa Italpress, ed ha collaborato con quotidiani cartacei ed online. Ha curato per "RadioCatania" il programma "Catania Report Economia" e per quattro anni è stata un volto del telegionale "PrimaLineaTg" di Telecolor. Il suo Speciale "Emanuele: la sua Facoltà" è stato finalista nel 2009 del Premio Ilaria Alpi nella sezione Giovani. Ha ricoperto il ruolo di ufficio stampa per enti regionali e nazionali. E' un'appassionata di tecnologia, startup, media digitali e food. Le sue passioni sono il cinema ed viaggi, porta sempre con sé l'identità della Sicilia. Vorrebbe scrivere ogni giorno una buona notizia sui beni culturali dell'Isola.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top