';

Il Festival di Sanremo e il delitto perfetto

Tra gli artisti esclusi per la sezione “Giovani” ha fatto scalpore quello di Davide Petrella.

Il 15 Dicembre 2017 sono stati scelti i protagonisti che si sfideranno al 68° Festival di Sanremo.
In gara per la sezione “Giovani”, i nomi eccellenti che porteranno qualità rischiano di mettere in ombra quelli che sono stati comunicati per la sezione “Big” e che calcheranno il palco a Febbraio 2018.

I nomi sono stati comunicati durante la trasmissione in diretta su Rai uno, “Sarà Sanremo”, condotta da Federico Russo e Claudia Gerini.

A farne le spese. tra lo shock degli addetti ai lavori e la giuria televisiva, è stato Davide Petrella che nel suo curriculum artistico vanta un successo enorme con la sua ex band “Le Strisce” e collaborazioni importanti con Cesare Cremonini, Gianna Nannini e tanti altri.

Davide, artista napoletano clase ‘85, attirò la mia attenzione durante le selezioni per la sezione “Giovani” del Festival di Sanremo condotto da Gianni Morandi.

Presentò un brano intitolato “Vieni a vivere a Napoli”, canzone di amore e odio verso la propria città.
Per me, meridionale emigrato per lavoro, a seicento chilometri di distanza,fu un vero e proprio fulmine a ciel sereno.

Bene, Davide Petrella, dopo gli enormi successi e gli apprezzamenti di critica e addetti ai lavori, non sarà tra i protagonisti del prossimo Festival di Sanremo capitanato da Claudio Baglioni.

“Sarà Sanremo”, oltre a essere un programma televisivo che comunque ha dato spazio ai tanti giovani esclusi, è sembrato la scena di un film di guerra in cui il fuoco amico, purtroppo, ha fatto vittime eccellenti.

Sono sicuro che Davide Petrella riuscirà nell’impresa: ottenere il meritato successo nonostante la bocciatura del Festival, così come avvenne per altri noti personaggi della musica italiana – un nome su tutto Vasco Rossi -.

video Davide Petrella e Cesare Cremonini


Dalla stessa categoria

Lascia un commento