La musica è donna: Ilaria Porceddu ed Elisa Raho

Shares

Due artiste diverse tra loro ma con un senso puro della musica sono sicuramente Ilaria Porceddu ed Elisa Raho.

Ilaria Porceddu arriva al grande pubblico grazie ad X Factor targato Rai dopo numerosi concerti con un gruppo omaggio dedicato Fabrizio De André, girando in tour la Sardegna e il resto d’Italia per circa quattro anni, la vittoria del festival di Castrocaro e il tour con Ron.

Ilaria tornò sugli schermi Rai quando fu scelta tra le nuove proposte nel Festival di Sanremo nel 2013 dopo un primo tentativo l’anno precedente.

Al Festival di Sanremo del 2013, Ilaria riporto la lingua sarda nel brano “In equilibrio” che non restò ignorato da pubblico e critica e con l’album uscito proprio in quei giorni arrivò al 69° posto della classifica FIMI.

Recentemente ha pubblicato un meraviglioso singolo intitolato “Sa coia”,  ispirato dalla poesia scritta da una maestra elementare di nome Maria Rosaria Spano.

Il singolo esce con la produzione della Fondazione Siotto e vede la collaborazione con Emanuele Contis al Sax.

Ilaria Porceddu è una delle cantautrici più importanti della musica contemporanea ed una delle sue caratteristiche è saper emozionare attraverso l’utilizzo della lingua delle sua terra, la Sardegna, per esaltare un sentimento attraverso musica e parole.

Elisa Raho

Diverso nello stile ma con un bagaglio di esperienze importanti è sicuramente Elisa Raho. Cantautrice ed interprete romana, Elisa intraprende la carriera da solista nel 2016 dopo aver collaborato con la Solar Orchestra, progetto originale di rock psichedelico/prog con il quale pubblica nel 2011 l’album “Stars that never were”.

Proprio nel 2016 nasce la collaborazione con  Valter Sacripanti batterista, autore e produttore artistico, da cui prende vita il progetto Elisa Raho e arriva, nel 2018, a due dei più importanti appuntamenti per la musica d’autore: Musicultura e il Premio Bianca d’Aponte in cui arrivò sino alla finale.

Elisa Raho riesce ad essere notata anche da due importantissimi autori come Francesco Gazzè (fratello di Max e autore di successi come  “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”) e Giuseppe Anastasi (autore di una delle canzoni più belle di tutte le edizioni del Festival di Sanremo come “La notte” cantata da Arisa).

Il suo ultimo, “Milano” è una canzone in cui la frenesia della città viene vista come bellissima e travolgente e lascia l’interpretazione ai diversi stati d’animo degli ascoltatori.

Alla realizzazione del brano, hanno partecipato David Pieralisi alle chitarre e Cristian Pratofiorito alle tastiere.

Due personalità che, in chiave stilistica diversa l’una dall’altra, riescono ad affascinare con la loro travolgente voce ed una magnetica interpretazione.

Due esponenti della “musica al femminile” che riescono a suscitare grande interesse ogni volta che rilasciano delle produzioni artistiche capaci di attirare ed esaltare sfaccettature ed elementi diversi che diventano protagonisti delle loro canzoni.

Salvatore Imperio

Salvatore Imperio, nato a Foggia il 14 Luglio 1982, appassionato di musica, Digital Journalism e social media. Blogger, fonda il sito di informazione dedicato esclusivamente alla musica indipendente “MIE Musica Italiana Emergente” in cui, insieme ad altri appassionati e ricercatori di musica, si occupa di raccontare e informare del vero fermento che la musica italiana sta vivendo. “La musica mi ha già salvato più di una volta e io non posso che raccontarla alla gente” questa è la visione che Salvatore Imperio ha in mente perché “non si può vivere di tormentoni e canzoni che non dicono niente”. Diplomato in Informatica, è iscritto al corso “Culture digitali e della comunicazione” del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II di Napoli.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top