Questo sito contribuisce alla audience di

Gianvito Pizzi

Gianvito Pizzi, filosofo, scrittore, storico, studioso di psicanalisi, ha dedicato l’intera vita agli studi. Collaboratore per decenni di riviste specializzate, si è occupato in particolare dei rapporti tra psicanalisi e filosofia, Medievalismo e Questione Meridionale. Nato a Napoli, ha vissuto sino a vent’anni in un paese dell’appennino sub-dauno: S. Bartolomeo in Galdo (Bn). Twitter: https://twitter.com/gianvito_pizzi

Il Sud, sopravvivenza e vita di un pianeta immortale

Meditavo l'altro giorno sul Sud. La fotografia dei suoi contorni, nei fatti, si è fermata a circa due anni fa.

Briganti! Controstoria della guerra contadina del Sud dei Gattopardi. Il nuovo libro di Gigi Di Fiore

Esce nelle librerie il 13 giugno il nuovo lavoro di Gigi Di Fiore, nella foto, blogger di Resto al Sud.

Terremoto Aquila

L’Italia è sismica ma non ce lo siamo mai detti

Con la forte scossa del Friuli del 1976, l'Italia scopre i terremoti. I morti furono novecentonovanta e tutta la nazione

Una storia misera che appartiene a certo Sud

Una vicenda che potrebbe essere successa, ma anche inventata, comunque collima a certo tipo di Sud. Siamo alla fine degli

Filosofia e psicanalisi, la sinergia obbligata

Volendo calcolare l'ampiezza del nostro essere, verrebbe fuori un bel catino, ben delimitato, con la sua circonferenza pari allo spessore

La filosofia è psicologia

Libertà intellettuale è violare il termine filosofia, derubricandolo dal tempio delle accademie, per immergerlo tra gli uomini. Filosofia è visione

Il significato di destra e sinistra nella nostra epoca

I termini "destra" e "sinistra" hanno assunto connotazioni, in politica, a partire dalla metà dell'Ottocento. La loro larvale individuazione nasce

Il concetto di politica e la sua evoluzione storica

Nei miei studi storici, sovente, mi sono trovato dinanzi a questo arcano: che cosa è la politica? E ho seguito,

La forza della #chiesa per combattere le mafie

Ricordo che un amico, più di trent'anni fa, mi raccontò con fare divertito di un prete di un paese del

La vincita maledetta

Giocare al Totocalcio è stato dal dopoguerra un rito di massa. Sopratutto al Sud. Altro che Superenalotto e calcioscommesse! Durante

Il quadro mai venuto alla luce di un pittore del Sud

Era un pittore, ma non aveva molto estro. Era un uomo di tecnica sopraffina. Sapeva riprodurre su tela i paesaggi

Due medici, il Matese ed una 600

Apriva la sua finestra e respirava la valle. Una luogo dove i confini erano il cielo ed il massiccio del

Esserci e non essere

Il tratto dell’E’ contraddistingue l’uomo. Nel senso che: dalla consapevolezza dell’ “E’” come concetto e non solo come suono, che

L’uomo che incontrò il destino in un vicolo del Sud

Inforcò un vicolo stretto e buio. Una stradina che si apriva come una ferita tra due palazzi. Doveva recapitare ad

Una lacrima solca il Vesuvio, Napoli piange

Una lacrima solca il Vesuvio, s'incunea nei declivi, scende nel mare e si perde. Napoli piange. Il suo condottiero è

Cristo non è mai stato ad Eboli

Al Sud ci hanno insegnato a sperare. Il seme della speranza, al Sud, non è stato il frutto della cultura

Può esistere la qualità del dolore?

Esistendo una qualità nel piacere, ci si può chiedere se esiste una qualità nel dolore. Per dare una risposta, partiamo

Una tragedia del sud inghiottita dal tempo

Roccamontepiano, nel 1765, era un paese che viveva nel lento fluire della misericordia di Dio. Il Montepiano era ed è

Le scuole nascoste del Sud

C'era una strada da percorrere che tracciava i poderi dividendoli, per questo era detta interpoderale. Una strada di campagna, che

Sia fatta la volontà

Era il 1983, in una farmacia di un paese essenzialmente contadino, entrò una coppia attempata. Avevano una figlia di otto

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top